CHI SIAMO
Il Centro Studi e Ricerche Edith Stein è stato inaugurato Sabato 25 Marzo 2001 e si

propone di diffondere ed approfondire il pensiero e l'opera di Edith Stein.

Il Centro Studi e Ricerche Edith Stein è una sezione del  

Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche (Via Macedonia n.41, sede legale - Roma)

 affiliato al 

The World Institute for Advanced Phenomenological

Research and Learning

 

PEOPLE

(per aprire i contenuti per la lettura cliccare direttamente sul nome
per chiudere i contenuti dopo la lettura cliccare nuovamente sul nome)

 

Angela Ales Bello

Angela Ales Bello è nata a Roma dove ha conseguito la Laurea e la Specializzazione in Filosofia presso l'Università degli Studi, La Sapienza. E’ professore ordinario di Storia della Filosofia Contemporanea presso l'Università Lateranense di Roma, già Preside della Facoltà di Filosofia, e professore a contratto presso la Libera Università Maria Assunta; ha tenuto corsi presso l’Università Urbaniana e attualmente è docente presso l’Ateneo Antoniano. Dirige il Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche, con sede in Roma, affiliato a The World Phenomenology Institute (U.S.A.); fa parte del comitato di redazione di numerose riviste italiane e straniere fra cui “Aquinas”, “Segni e Comprensione”, “Per la filosofia”, “Analecta Husserliana”, “Phenomenological Inquiry”, collabora con “Recherches Husserliennes” (Belgio) e “Studien zur interkulturellen Philosophie” (Germania), “Axiomathes” (edita da Springer, Germania).
Svolge un’intensa attività di conferenziere e di visiting professor in Italia e all’estero (Spagna, Germania, Lettonia, Polonia, Stati Uniti, Brasile, Argentina, Turchia, India, Pakistan) trattando argomenti di carattere filosofico e fenomenologico con particolare riferimento all’antropologia fenomenologica e alla fenomenologia della religione.
Le sue pubblicazioni sono prevalentemente rivolte ad indagare la fenomenologia tedesca in rapporto alle altre correnti del pensiero contemporaneo sotto il profilo storico e teoretico sui temi della storicità (Husserl e la storia, Parma, Nuovi Quaderni,1972), delle scienze (Husserl e le scienze, Roma, La Goliardica, 1986 2° ed.; L'oggettività come pregiudizio - Analisi di inediti husserliani sulle scienze, Roma, La Goliardica, 1982), dell'esperienza religiosa (Husserl - Sul problema di Dio, Roma, Studium, 1985) e del rapporto tra culture e religioni (Culture e religioni - Una lettura fenomenologica, Roma, Città Nuova 1997) .
Ha scritto numerosi libri e saggi sulla scuola fenomenologica, esaminando in modo specifico il contributo di alcune studiose come Edith Stein, Hedwig Conrad Martius e Gerda Walther nel libro Fenomenologia dell'essere umano. Lineamenti di una filosofia al femminile, Roma, Città Nuova 1992. E' curatrice della traduzione italiana delle opere di Edith Stein edite da Città Nuova, Roma, fra le più recenti: Una ricerca sullo Stato (1993), La ricerca della verità. Dalla fenomenologia alla filosofia cristiana (1993), Psicologia e scienze dello spirito. Contributi per una fondazione filosofica (1996), Natura Persona Mistica(1997), Introduzione alla filosofia (1998) e La struttura della persona umana (2000), Potenza e Atto (2003). Ha introdotto la traduzione italiana delle Lettere a Roman Ingarden di E. Stein (Libreria Editrice Vaticana, 2002) e curato insieme a Paolo Paolinelli Dalla vita di una famiglia ebrea, edizioni Città Nuova e OCD, Roma 2007
Si interessa anche del tema della donna, nel 1998 ha scritto la Postfazione del libro La dignità della donna (Roma, Edizioni del Lavoro) in cui ha raccolto gli scritti di Giovanni Paolo II sulla questione femminile ed ha pubblicato una monografia: Edith Stein: La passione per la verità (Messaggero di Padova, 2003³).
Ha diretto una ricerca finanziata dal CNR presso la Libera Università Maria Assunta sulle “Politiche della differenza”, i cui risultati sono confluiti nel libro da lei curato La figure dell’altro (Torino, Effetà editrice, 2001). Ha collaborato ad un progetto di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Roma3 e insieme a Francesca Brezzi ha curato il volume di autori vari Il filo(sofare) di Arianna – Percorsi del pensiero femminile nel Novecento, (Milano, Mimesis, 2002).
A lei è affidato in qualità di condirettore il settore Età moderna della collana "Scrittori di Dio" (Cinisello Balsamo, San Paolo) nella quale è stato pubblicato il suo Edith Stein - Invito alla lettura (1999).
Nel 2000 per l'Editrice PIEMME è stato pubblicato il suo libro Edith Stein Patrona d'Europa, e nell’ "Annuario di Filosofia - Seconda Navigazione”, edito da Mondatori, è apparso il suo saggio: Fenomenologia e metafisica. Ha curato il volume 49 della rivista “Per la filosofia” dedicato a “Antropologie contemporanee a confronto”.
Nel 2002 sono stati pubblicati i suoi ampi contributi sul pensiero di Edmund Husserl, Edith Stein e Hedwig Conrad-Martius nell’Enciclopedia internazionale Phenomenology World-Wide, vol. 80 di Analecta Husserliana, (Dordrecht, Kluwer Academic Publishers). Alcuni suoi libri sono stati tradotti in lingua portoghese e spagnola.
Dal 2003 al 2007 è stata Presidente dell’Associazione italiana Edith Stein; attualmente ricopre la carica di Vice presidente. Nel 2003 è stato pubblicato il suo libro L’universo nella coscienza. Introduzione a Edmund Husserl, Edith Stein, Hedwig Conrad Martius, ETS Pisa (seconda edizione 2007) e nel 2004 Sul femminile – Scritti di antropologia e religione a cura di M. D’Ambra, Città Aperta, Troina (EN) 2004 e in lingua portoghese Fenomenologia e ciências humanas, a cura di Miguel Mahfoud e Marina Massimi, Edusc, Baurù. Nel 2005 è stato edito dal Messaggero di Padova Husserl – Pensare Dio Credere in Dio. Ha curato per ETS il volume Fenomenologia e psicologia, pubblicato nel 2006 e nello stesso anno è stata pubblicata in Brasile la sua Introducăo a la fenomenologia ( Edusc, Baurù).
Dal 1975 partecipa ogni anno con un intervento ospitato da “Analecta Husserliana” (Springer, Dordrecht) ai convegni internazionali e mondiali organizzati in Europa, Stati Uniti e Asia da “The World Phenomenological Insitute” presieduto dalla Professoressa Anna Teresa Tymieniecka, con sede a Hanover, New Hampshire, U.S.A..
E’ membro del Consiglio direttivo dell’Accademia di Studi Mediterranei, presieduta dalla professoressa Assunta Gallo Afflitto e partecipa attivamente ai convegni annuali.
Nell’agosto 2006 ha partecipato al XII Simposio dell’ Associazione Internazionale delle Filosofe di cui è socia fondatrice dal 1975, con un intervento sul tema “Dall’essere umano “neutro” alla differenza di genere - Dall’antropologia duale alla singolarità”.
Fa parte del Progetto Internazionale “STOQ”per la ricerca filosofica, teologica e scientifica e del progetto “Motivazione e Causalità”dell’Associazione “Sophia Europae”.
Tiene annualmente corsi in qualità di visiting professor presso Università Statali e Cattoliche in Brasile e in Argentina. Ha ricevuto il premio Empedocle per le Scienze Umane edizione 2007 conferito dall’Accademia di Studi Mediterranei di Agrigento per le sue ricerche su “Filosofia e Religione nella Cultura Cristiana “e nel 2008 il premio “Edith Stein”, conferitole dalla Curia Generalizia dei Carmelitani Scalzi. Nel 2009 è stato pubblicato il suo libro The Divine in Husserl and Other Explorations, Analecta Husserliana vol. 98, Springer, Dordrecht ed ha ricevuto il Premio della Città di Bari alla Carriera..

(aggiornato al 30 novembre 2009)

 

Anna Maria Pezzella

COGNOME: Pezzella
NOME: Anna Maria
TITOLI DI STUDIO:
- Dottorato in filosofia conseguito presso la Pontificia Università Lateranense di Roma, il 06/05/1994, con la votazione 90/90 cum laude e dignità di pubblicazione. Titolo della tesi: Edith Stein fenomenologa. Relatori: prof.ssa Angela Ales Bello, prof. Xavier Tilliette e prof. Armando Rigobello.
Diploma di Laurea in Filosofia, conseguito presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, il 26/06/1989, con la votazione di 110 e lode/110 . Titolo della tesi: Finito ed eterno nell’esperienza teologica della fenomenologia di E. Stein. Relatore prof. Aldo Masullo.
- Certificato di esame di lingua inglese rilasciato dall’Istituto Universitario Orientale di Napoli
Zeugnis Zentrale Mittelstufenprüfung conseguito presso il Goethe Institut di Napoli.
Zertifikat Deutsch als Fremdsprache conseguito presso il Goethe Institut di Konstanz

CORSI ED ESPERIENZE DI SPECIALIZZAZIONE E DI LAVORO

- Attività di assistentato volontario prestato presso la Pontificia Università Lateranense alla cattedra di Storia della filosofia contemporanea nel triennio 1995/96, 1996/97, 1997/98.
Assistente ordinario presso la Pontificia Universita’ Lateranense alla cattedra di Storia della filosofia contemporanea nell’a.a. 1998/99.
Docente per il seminario Edith Stein fenomenologa, nell’anno accademico 1998/1999 presso la Pontificia Università Laternanse.
Docente incaricata per l’a.a. 1999/2000 del corso Edith Stein e Hannah Arendt, interpreti di Heidegger, presso la Pontificia Università Lateranense.
Docente a contratto di Critica testuale per testi filosofici in lingua tedesca per gli anni accademici 1999/2000 e 2000/2001 presso la LUMSA
Docente incaricata per l’a.a. 2000/2001 del corso Filosofia dell’educazione e antropologia in E. Stein e Agostino
Docente incaricata per l’a.a. 2001/2002 del corso Antropologia e filosofia dell’educazione:prospettive fenomenologiche
Docente incaricata per l’a.a. 2002/2003 del corso Antropologia e filosofia dell’educazione:prospettive fenomenologiche
Docente incaricata per l’a.a. 2003/2004 del corso Filosofia dell’educazione presso PUL
Docente incaricata per l’a.a. 2004/2005 del corso Filosofia dell’educazione presso PUL
Docente incaricata per l’a.a. 2005/2006 del corso Filosofia dell’educazione presso PUL
Docente incaricata per l’a.a. 2006/2007 del corso Filosofia dell’educazione presso PUL
Docente incaricata per l’a.a. 2007/2008 del corso Filosofia dell’educazione presso PUL
Docente incaricata per l’a.a 2008/2009 del corso Filosofia dell’educazione presso PUL
Docente incaricata per l’a.a. 2009/2010 del corso Filosofia dell’educazione presso PUL
Docente incaricata per l’a.a 2009/2010 del corso Istituzioni di Pedagogia presso PUL
Docente incaricata per l’a.a. 2010-2011 del corso Filosofia dell’educazione e Istituzioni di Pedagogia.
Docente incaricata per l’a.a. 2011-2012 del corso Filosofia dell’educazione e Istituzioni di Pedagogia.
Partecipazione ai seminari tenuti presso il Centro italiano di Studi fenomenologici (Roma)
Segretaria del Centro Studi Edith Stein, Roma.
Collaborazione periodica con le riviste Aquinas, a cura della Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Lateranense, Segni e Comprensione e con Phenomenological Inquiry, pubblicata da The World Institute for Advanced Phenomenological Research and Learning, Belmont, Massachussetts, U.S.A..
Abilitata all’insegnamento di Filosofia e Storia (Classe di concorso A037) nelle scuole medie superiori
Abilitata all’insegnamento di Filosofia e Scienze dell’Educazione (Classe di Concorso A036) nelle scuole medie superiori
-Borsa di Studio rilasciata dall’Ambasciata Tedesca presso la Santa Sede agli studenti della Pontificia Università Lateranense, nell’anno 1992.
- Borsista al seminario Rinascimento e questione femminile, presso la scuola di specializzazione estiva G. Filangieri di San Sebastiano al Vesuvio (Na), patrocinata dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli.
-Borsista nell’anno 1994/95 al seminario di Storia del pensiero politico, presso l’Istituto Italiano per gli studi filosofici.
-Corso di Istruzione, Perfezionamento e Aggiornamento Professionale post lauream in Didattica della Scrittura, tenuto presso il Forcom, Consorzio Interuniversitario promosso e fondato dall’Università degli Studi di Roma La Sapienza.
-Corso di perfezionamento post lauream in Cristianesimo Antico (I-IV sec.). Oriente e Occidente, patrocinato dall’Istituto Universitario Orientale di Napoli, in collaborazione con l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, nell’anno 1996.
- Curatrice del sito WEB www.centrostudiedithstein.it per la diffusione e la conoscenza del pensiero della filosofa tedesca E. Stein.

PUBBLICAZIONI
- E. Stein fenomenologa, in Segni e Comprensione, n.18, gennaio-aprile 1993.
Tommaso d’Aquino e il femminismo integrale, in Il Contributo, luglio-settembre 1993.
E. Stein fenomenologa, in Aquinas, maggio-agosto 1994.
Edith Stein: l’apprendistato fenomenologico, in Aquinas, settembre-dicembre 1994.
La vita come totalità, in Aquinas, gennaio-aprile 1995.
Pubblicazione della tesi di Dottorato, Edith Stein fenomenologa, Pontificia Università Lateranense, Roma 1995.
Women and Phenomenology, in International Rewiew of Sociology, vol.6, n.1, 1996.
«Confessione», poesia e mistica. Appunti sul pensiero di Maria Zambrano, in Per la filosofia, anno XIII, n.38, settembre-dicembre 1996.
Curatrice della voce H. Dumery, in Dizionario dei filosofi, Elledici
Il problema educativo nella filosofia di E. Stein, in Per la filosofia, anno XIV, n.39, gennaio.aprile 1997.
Come conciliare il pensiero con la vita. Il percorso filosofico di Maria Zambrano, in Conquiste del Lavoro, 29-30 marzo 1997.
La colpa di Medea, in Conquiste del Lavoro, 17-18 gennaio 1998.
Edith Stein in Italien. Übersetzungen, Studien, Bibliographie, in Edith Stein Jahrbuch 5 (1999)
Edith Stein e Hannah Arendt interpreti di Heidegger, in Aquinas, n.1 (1999).
Filosofia dell’educazione e antropologia nel pensiero di E. Stein, in Per la filosofia, n.49, maggio-agosto-2000
Filosofia, mistica e poesia in Maria Zambrano, in Percorsi del pensiero femminile nel Novecento, Mimesis, Milano 2001
-Empatia ed amicizia:glosse all’epistolario E. Stein- Roman Ingarden, in Aquinas, n.3, (2002), pp.133-140.
Edith Stein, Esperienza empatica e traduzione, in Amore ed empatia, a cura di F. Brezzi, Collana Filosofia, Franco Angeli Editore, 2003.
L’antropologia filosofica di E. Stein, Città Nuova Editrice, Roma 2003.
Maria Zambrano. Per un sapere poetico della vita, Edizioni Messaggero, Padova 2004.
La questione idealismo –realismo nel carteggio tra E. Stein e R. Ingarden, in www.centrostudiedithstein.it
Edith Stein: comunità e Stato nella testimonianza di un’ebrea tedesca, per I.N.D.I.R.E, PUNTO EDU ambiente integrato per la formazione in rete
Donne e maternità. Una prospettiva fenomenologica, in Firmiana, n.1, 2004, pp.49-54.
Antropologia e religione: un punto di vista femminile, in Cultura e libri, 2004, pp. 48-58.
E. Stein: testimonianza di un’ebrea convertita, in Per la filosofia, n.62, sett.-dic. 2004, pp.111-115.
Fenomenologia e psicologia: il contributo di E. Stein per l’indagine della psiche, in AA.VV., Le fonti esistenziali della fenomenologia a cura di A.Ales Bello, Bastogi editore, Pisa 2005, pp. 73-83.
Curatrice del volume AA.VV. Il femminile tra Oriente e Occidente. Religioni,letteratura,storia,cultura, Città Nuova editrice, Roma 2005.
Maria Zambrano. Una critica a Freud, in AA.VV., Le fonti esistenziali della fenomenologia a cura di Dentone, Bastogi editore, Pisa 2006, pp.169-174.
Maria Zambrano, in Filosofie nel tempo. Dal XIX al XXI secolo, tomo II, a cura di P. Saladini e R. Lolli, diretta da G. Penzo, Spazio tre, Roma 2007, pp. 2015-2029.
Unione Mistica e sponsalità. Il contributo di E. Stein, in AA.VV., L’anima e il suo oltre. Ricerche sulla mistica cristiana, a cura di P. Manganaro, Edizioni OCD, Roma 2006, pp. 83-95.
Filosofia dell’educazione: per una prospettiva fenomenologica dell’evento educativo, in Aquinas, 7, L, 2, 2007, pp. 537-560.
L’educazione alla santità in Edith Stein: una possibile via fenomenologica, in AA.VV., Edith Stein, Lo spirito e la santità, a cura di M. D’Ambra, Quaderni dell’AIES, Edizioni OCD, Roma 2007, pp.139-152.
Lineamenti di filosofia dell’educazione. Per una prospettiva fenomenologica , Lateran University Press, Roma 2008.
Comunità e popolo, in Edith Stein. Comunità e mondo della vita. Società Diritto Religione, A.Ales Bello, A.M.Pezzella (edd.) , LUP, Roma 2008
Edith Stein- Max Scheler:un confronto sulla singolarità dell’esperienza individuale, in AA.VV. Fenomenologia e Personalismo, Le fonti tedesche del Personalismo francese, a cura Di M. Bucarelli e M. D’Ambra, Edizioni Nuova Cultura, Roma 2008, pp. 85- 92
Edith Stein and Jean Paul Sartre:a possibile comparison? in “Analecta Husserliana”, vol.CIV, Phenomenology and Existentialism inthe Twentieth Century, tomo 2, Springer, Dordrecht-Heidelberg-London- New York, 2009, pp.161-177;
Sulla questione antropologica. Edith Stein e E. Husserl- Un confronto, in AA.VV., Il percorso intellettuale di Edith Stein, a cura di M. Shahid e F. Alfieri, Edizioni Giuseppe Laterza, Bari 2009, pp.27-45.
Il gatto con gli stivali e la fenomenologia del limite, in M. Forcina (ed.), La vita, il limite e le leggi: tutela,controllo, fiducia, Milella, Lecce 2010, pp.111-120.
L’io, gli altri, Dio:Edith Stein e Jean-Paul Sartre.Per un possibile confronto, “Aquinas”, 10, LIII, 2-3, 2011, pp. 615-629.
Edith Stein. U na riflessione sulla comunità, in A. Ales Bello, F.Alfieri, M. Shahid (edd.), Edith Stein, Hedwig Conrad-Martius, Gerda Walter. Fenomenologia della persona, della vita e della comunità, Edizioni Giuseppe Laterza, Bari 2011, pp. 389-415.
Quale fenomenologia per la felicità, in M. Forcina (ed.), Quale felicità? Dal Pil al Bil:donne, lavoro e benessere, Milella, Lecce 2011, pp. 157-165.
Persona, relazione, Logos. Scritti in onore di A. Ales Bello, A. M.Pezzella, M. D’ambra, E. Baccarini, M. Manganaro (edd.), Città Nuova editrice, Roma 2011.
Sulla vocazione e sulla responsabilità dei/delle maestri/e, in Persona, relazione, Logos. Scritti in onore di A. Ales Bello, A. M.Pezzella, M. D’Ambra, E. Baccarini, M. Manganaro (edd.), Città Nuova editrice, Roma 2011, pp.
Istituzioni di Filosofia. L’educazione: senso, questioni, prospettive, LUP, Roma 2012.

 

Traduzioni
Che cos’è la fenomenologia; Il significato della fenomenologia come visione del mondo; E. Husserl e la fenomenologia trascendentale. Introduzione alla filosofia fenomenologica; Lettere a H. Conrad-Martius; La filosofia esistenziale di M. Heidegger; La fenomenologia trascendentale di Husserl. Questi saggi, tradotti dal tedesco, sono in E. Stein, La ricerca della verità, Città Nuova Editrice, Roma 1993.
Traduzione dal tedesco del libro di E. Stein Psicologia e scienze dello spirito. Contributi per una fondazione filosofica, Città Nuova Editrice, Roma 1996.
Traduzione dal tedesco del libro di E. Stein, Introduzione alla filosofia, Città Nuova Editrice, Roma 1998.
Traduzione dall’inglese del testo di J. Sullivan Petizione di E. Stein per il trasferimento dal monastero di Colonia a quello di Echt, in E. Stein, Natura, persona Mistica, Città Nuova, Roma 1997.
Traduzione dal tedesco delle Lettere a Roman Ingarden, di E. Stein, Edizioni Vaticane, Roma 2001.
Revisione e traduzione dal tedesco del testo di Edith Stein, La donna. Riflessioni e questioni, Città Nuova, Ocd, Roma 2010.
Traduzione dal tedesco del testo di B. Beckmann, Le origini del Personalismo tedesco. Edith Stein e Adolf Reinach, in Personalismo e fenomenologia, cit. pp.67-83.

 

Partecipazione a convegni e a presentazioni di testi in qualità di relatrice
-Edith Stein fenomenologa, Università di Ferrara, 18 dicembre 1999.
-Edith Stein e le donne, 8 marzo 1999, Fidenza.
-Edith Stein, filosofa e fenomenologa, 3 maggio, 1999, Università di Lugano
-Seminario di filosofia contemporanea sul tema:Le testimonianze di pensiero e di vita di E. Stein, H. Arendt e S. Weil, 2 marzo 2000, Palazzo Gazzoli, Terni.
- La questione idealismo realismo nel carteggio Edith Stein- Roman Ingarden,. Convegno organizzato dal World Institute for advanced Phenmenological Research and Learning, Pontificia Università Lateranense, Roma 2001.
- La struttura della persona umana, PUL, Roma, 16 marzo 2001.
- Empatia ed amicizia, nelle lettere di Edith Stein a Roman Ingarden, PUL, Roma, 8 marzo 2002.
- Le donne e la filosofia, Università Roma Tre, marzo 2002
- Edith Stein, presentazione al testo di Eduardo Gonzales di Pierro, Roma, Libreria degli Scalzi, febbraio 2005.
- Il femminile tra Oriente e Occidente. Religioni, letteratura, storia,cultura, Libreria Ave, Roma giugno 2005
-In cammino verso la santità. L’attualità di Edith Stein, Roma, 25 marzo 2006, Istituto Cor Iesu.
- Le fonti del personalismo tedesco. Roma, 5 maggio 2006, PUL
- Edith Stein, Il ruolo della comunità nella vita sociale, politica e religiosa, Centro di Studi fenomenologici, Roma 5 maggio 2007.
-L’essere umano e la sua vita interiore. Linee di fenomenologia della mistica in Gerda Walter- Centro di Studi fenomenologici, Roma 12 gennaio 2008.
- Dio è uomo o donna? Roma, 8 marzo 2008 – Università Valdese .
- L’antropologia fenomenologia: E.Husserl e Edith Stein. Un confronto, Bari 16 maggio 2008, Istituto interreligioso “S. Fara”.
- Edith Stein and Jean-Paul Sartre: A Possible Comparison? The Fourth World Congress of Phenomenology, The Phenomenology and Existentialism of the Twentieth Century, Università Jagellonica, Cracovia, 17-20 agosto 2008..
-Centro di Studi fenomenologici, presentazione del testo The divine in Husserl and other explorations di A. Ales Bello, Roma, 21 febbraio 2009. Dio, pensare Dio. Alcune riflessioni su “The Divine in Husserl and Other Explorations
- ASUS, Roma 21 marzo 2009, presentazione del testo di O. Tolone, Il sorriso di Adamo, Marietti, Genova 2008.
Il gatto con gli stivali e la fenomenologia del limite .Scuola Estiva della differenza: La vita, il limite, le leggi: tutela, controllo, fiducia . Lecce 01-05 settembre 2009 - Organizzata in collaborazione con la Comunità delle Benedettine di Lecce.
- Filosofia ed arte sapienziale nel Mediterraneo: Maria Zambrano interprete di Seneca. Convegno Internazionale di filosofia I filosofi e il Mediterraneo, Napoli, 10-13 Novembre 2009.
- Centro di Studi fenomenologici, presentazione del testo Edith Stein o dell’armoni. Esistenza, Pensiero, Fede, di A. Ales Bello, Roma, 9 gennaio 2010.
- Centro di Studi fenomenologici, Corpo, Presenza, Differenza, presentazione dei testi, Nel corpo è l’origine, di G. Morselli, Pensare in Presenza, di C. Zamboni, Rappresentazioni politiche della differenza di M. Forcina, Roma, 27 marzo 2010.
- Palazzo San Mancuso, Roma, presentazione del testo E. Stein, H. Conrad Martius. Fenomenologia, Metafisica, Scienze, a cura di A. Ales Bello, F. Alfieri, M.Shahid, Roma, 23 aprile 2010.
Conferenza internazionale Religions, Cultures, Human Rights:Complex Relations in Evolution, 12-13 maggio 2010, Ministero degli Affari Esteri: Minoranze e Diritti: prospettive possibili
Incontro seminariale AISFET, Pontificia Università Lateranense, La materia e il suo oltre, 17 maggio 2010, Materia umana e persona. Riflessioni su S. Weil e E. Stein.
III Convegno Internazionale di Fenomenologia, Fenomenologia della Persona, della Vita e della Comunità. Edith Stein, Hedwig Conrad-Martius, Gerda Walter, 27-28 maggio 2010, Università degli Studi di Bari, relazione Comunità ed esperienza comunitaria in Edith Stein:riflessioni fenomenologiche e scelte esistenziali.
Meeting 2010 Rimini Fiera (22-28 agosto) 24 agosto- Presentazione del testo di Edith Stein, La donna, Edizioni OCD-Città Nuova, Roma 2010.
Convegno Quale felicità? Dal PIL al BIL: tempo, denaro,lavoro e benessere, Scuola Estiva della differenza, Lecce 6-10 settembre 2010, relazione dal titolo: Quale fenomenologia per la felicità. Università del Salento-Università degli Studi Roma Tre.
-Convegno 22 -23 novembre 2010, La questione antropologica. Visioni a confronto, Roma, Sala Conferenze di Palazzo Marini-Camera dei Deputati- Pontificia Università Lateranense, relazione dal titolo La visione antropologica di Edith Stein.
- Presentazione del libro di Edith Stein. La Donna.Questioni e riflessioni, 29 gennaio 2011, presso Istituto Antonianum, Roma
- Per una possibile fenomenologia della formazione, “IV Convegno Internazionale di Fenomenologia” dal titolo: “Phenomenological Paths in Post-Modernity. A Comparison with the Phenomenology of Life of A.-T. Tymieniecka”, 13-14-15 gennaio 2011 presso l’Auditorium Antonianum ( Roma).
-Giornata Internazionale della donna, Edith Stein. Per una riflessione sul femminile, 9 marzo 2011, Istess, Cenacolo san Marco, Terni.
- La persona umana: una riflessione su Edith Stein e Karol Wojtyła, Giornata di studio Donna, Uomo e Famiglia:Giovanni Paolo II e Edith Stein in occasione della beatificazione di Giovanni Paolo II e della pubblicazione del libro di Edith Stein La donna:questioni e riflessioni, 9 aprile 2011, Roma, Camera dei Deputati, Sala delle Colonne.
-Fenomenologia e Antropologia, Tavola Rotonda, V Congresso Internazionale di Fenomenologia, Edmund Husserl-Edith Stein. Fenomenologia. Antropologia. Religione, 26-27 maggio 2011, Università degli Studi di Bari.
- Convegno 20-21 ottobre 2011, Università degli Studi di Trento: María Zambrano. La politica come “destino comune”. Giornate di Studio nel ventesimo anniversario della morte; relazione dal titolo: Ruolo e responsabilità politica del maestro in M. Zambrano.
-Convegno 5 dicembre 2011, Pontificia Università Lateranense, L’avventura educativa, Antropologia, Pedagogia, Scienze. Relazione dal titolo L’approccio fenomenologico alla questione educativa.


Recensioni
-G. Macann, Presence and coincidence, in Aquinas, XXXV, 1992.
-AA.VV, Mostri divini. Fenomenologia e logica delle metamorfosi, in Idee, n.19/1992
-D. Jervolino, The Cogito and Hermenutics, in Aquinas, n.2, maggio-agosto 1992.
-L. Casini, La riscoperta del corpo. Schopenhauer, Feuerbach, Nietzsche, Aquinas n.3, 1992.
-AA.VV., E. Stein, mistica e martire, Aquinas, n. 1, gennaio-aprile 1993.
P. Secretan, Erkenntnis und Aufstieg, Segni e comprensione, n.18, 1993.
-L. Feuerbach, Etica e felicità, Segni e comprensione, n.19, 1993.
-G. Cunico, Messianismo dionisiaco, Aquinas, n.3, 1993.
-G. Savagnone, Theoria. Alla ricerca della filosofia, Aquinas, n.3, 1993.
-A.Ales Bello, Fenomenologia dell’essere umano, Phenomenological Inquiry, vol. 17, 1993.
-G. Penzo, Nietzsche allo specchio, Aquinas, n.1, 1994.
-K.H. Lembeck, Einfuhrung in die phänomenologische Philosophie, Aquinas, n.3, 1994.
-AA.VV. Figure dell’intersoggettività, Aquinas, 3, 1994.
A. Greppi – E. Moietta, Giochi di carte truccate. La tautologia in G. Bateson, Aquinas, 3, 1994.
A. Gobicchi, La tentazione autarchica, in Segni e Comprensione, , n.24, 1995.
R. Bernet, La vie du sujet. Recherches sur l’interprètation de Husserl dans la phénoménologie, Aquinas, n.1, 1995.
-AA. VV., L’insegnamento della filosofia oggi, Aquinas, 1, 1995
-Resoconto sul seminario del prof. P. Pasquino, tenutosi presso L’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, dal titolo Il governo d’eccezione, Informazione filosofica, n.24, aprile 1995.
AA.VV., Isolamento :depressione e angoscia, a cura di A. Dentone, in Aquinas, n.3, 1995.
A. Rizzacasa, Filosofia della storia, ivi.
G. Morselli, Ri-cognizione dell’origine, in Il Cannocchiale, n.3, 1995
E. Stein Jahrbuch, Die menschlische Gewalt, Aquinas, n.1, 1996.
P. Schulz, Edith Steins Theorie der Person, ivi.
-R. Cerri Musso, La pedagogia dell’Einfühlung: saggio su E. Stein, Aquinas 1, 1996.
AA.VV., Donne del nostro tempo. Il Centro Italiano Femminile , a cura di D. Novelli, ivi.
A. Montano, Il disincanto della modernità. Saggi su Sartre, Aquinas, 1, 1996.
AA.VV., La presenza dimenticata. Il femminile nell’Italia moderna fra storia, letteratura, filosofia, a cura di A. Pagliano, Aquinas, n.3, 1996.
A. Ales Bello, Culture e religioni. Una Lettura fenomenologica, Rassegna di Teologia, n.6, 1997.
O. Tolone, Il sorriso di Adamo, Antropologia e religione in Plessner, Gehlen, Welte e Guardini Marietti, Genova 2008, in Aquinas, 9, LII, 1-2, pp.329-334

 

(aggiornato al 01 marzo 2012)

 

Michele D' Ambra

ha conseguito la laurea in Filosofia presso l'Università "D'Annunzio" di Chieti con una tesi su "Il problema dell'empatia in E. Stein". Attualmente è insegnante di storia e filosofia presso il Liceo Scientifico "Alfano" - Termoli. Dal 1988 collabora con il Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche come responsabile del sito web del Centro.

Ha curato per l'Editrice Città Nuova la traduzione delle opere di Edith Stein La struttura ontica della persona e la problematica della sua conoscenza, di  La struttura della persona umana  e la revisione della sua opera autobiografica Dalla vita di una famiglia ebrea. I suoi interessi sono rivolti prevalentemente all’approfondimento dei rapporti fra la filosofia cristiana e la fenomenologia con particolare riguardo alla concezione della persona umana. Tra le sue pubblicazioni vi sono:

Il mistero e la persona nell’opera di Edith Stein, Aquinas XXXIV 1991

La persona come apertura all'Essere Eterno secondo Edith Stein . Primo tentativo di

confronto con M. Heidegger. - Aquinas XXXVII 1994

Edith Stein e il nazismoMemorandum, rivista on line, dir. M. Mafhoud

Edith Stein. Un cammino verso la santità – AAVV, Edith Stein e lo spirito, Edizioni Ocd

Spirit and soul in Hedwig Conrad-Martius’s Metaphisical Dialogues: from Nature to the

Human being, in Axiomathes (Springer)

Persona e comunità in Edith Stein , in “La comunità e il mondo della vita”,  

La struttura della persona umana. Edith Stein e Romano Guardini, in “Le fonti

fenomenologiche del personalismo tedesco”., Ed. Nuova Cultura

L’amore come origine e fine dell’essere personale. Edith Stein interprete di s. agostino, in AAVV., Il percorso intellettuale di Edith Stein, G. Laterza editrice

(aggiornato al 24 gennaio 2009)

 

Marina Pia Pellegrino

Marina Pia Pellegrino si è laureata in Filosofia all'Università di Torino e ha conseguito l'abilitazione all'insegnamento di Filosofia e Scienze dell'educazione. Ha insegnato Pedagogia e Filosofia nella scuola secondaria di secondo grado. Responsabile per alcuni anni del settore filosofico della sezione U.C.I.I.M. di Torino, ha diretto corsi di aggiornamento sul pensiero di Edith Stein, con particolare riferimento alla sua antropologia fenomenologica. Ha pubblicato recensioni sulle riviste: " Per la filosofia ", " Aquinas ", " Segni e comprensioni " ; gli articoli: Spunti di una fenomenologia dell'infanzia, in " Segni e comprensione " n. 59, 2006 - Edith Stein e Gerda Walther. Fenomenologia dell'empatia e della telepatia, in " Annuario filosofico " n. 22 - 2006, Mursia - Edith Stein. La comunità di destino, in " Segni e comprensione " n. 69, 2009; un capitolo su Gerda Walther in " Filosofie nel tempo " , a cura di Salandini e Lolli, opera diretta da G. Penzo, Spazio Tre, Roma 2006, tomo secondo, vol. III, pp. 1379-1397; il saggio: L'essere umano e la sua vita interiore. Linee di fenomenologia della mistica in Gerda Walther, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli 2007.

(aggiornato al 05 gennaio 2010)

 

Fr. Francesco M. Alfieri, OFM

Francesco Alfieri, frate francescano, laureato nel 1999 in Filosofia presso l’Università del Salento e dottorando in Filosofia contemporanea presso la Pontificia Universitas Lateranensis, dal 2007 è Archivista del Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche, con sede a Roma, affiliato a The World Phenomenology Institute (Hanover, N.H. USA). Dal 2008 tiene dei seminari sulla fenomenologia di Edith Stein e di Hedwig Conrad-Martius presso la cattedra di Filosofia Teoretica (Facoltà di Scienze della Formazione Primaria), Università degli Studi di Bari. Ha pubblicato la traduzione delle fonti scotiste utilizzate da Edith Stein nelle sue opere: Reinold Messner, Il principio di individuazione nella visione scotista, in Idee 64 (2007) e Ephrem Longpré, Il punto della ricerca su Scoto – 1933, in Quaderni di Studi Scotisti 4 (2007); Teresa Margareta Drügemüller, Edith Stein nella vita del Carmelo, in Segni e comprensione 62 (2007); Hedwig Conrad-Martius: A Philosophical Heredity Illustrated by Eberhard Avé-Lallemant, in Axiomathes 18 (2008); c/di Il percorso intellettuale di Edith Stein (Giuseppe Laterza, Bari 2009); Edith Stein – Hedwig Conrad-Martius. Fenomenologia Metafisica Scienze (Giuseppe Laterza, Bari 2010).

Corsi ed esperienze di specializzazione e di lavoro 

  • Docente incaricato per l’anno 2007/2008 del corso di Antropologia ed Etica filosofica, presso la Facoltà Teologica Pugliese I.T.I. ″S. Fara″ (Bari).
  • Partecipazione ai seminari dal 2006 tenuti presso il Centro italiano di Studi Fenomenologici (Roma).
  • Dal 2007 Archivista presso il Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche, con sede in Roma, affiliato a The World Phenomenology Institute (USA), e del Centro Studi Edith Stein (sezione del CIRF).
  • Nel 2008 sono stato nominato “Cultore della Materia”, inserito nelle Commissioni d’esame di Filosofia Teoretica e di Filosofia del Linguaggio, e invitato a tenere dei Seminari presso la cattedra di Filosofia Teoretica (Presidente Prof.ssa Luigia di Pinto), Facoltà di Scienze della Formazione, Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e Formazione Primaria, presso l’Università degli Studi di Bari.
  • Nel 2009 sono stato nominato membro dell’Accademia delle Scienze Umane e Sociali, con sede a Roma e patrocinata dal Pontificio Consiglio della Cultura, dal Presidente Prof. Gaspare Mura.
  • Nel 2009 sono stato riconfermato “Cultore della Materia”, inserito nelle Commissioni d’esame di Filosofia Teoretica e Logica, e invitato a tenere dei Seminari presso la cattedra di Filosofia Teoretica (Presidente Prof.ssa Luigia di Pinto), Facoltà di Scienze della Formazione, Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria, presso l’Università degli Studi di Bari. 

Partecipazione ai Convegni:

  • Il 10/11/2006 ho partecipato al Convegno "PHENOMENOLOGY OF THE LOGOS AND LOGOS OF PHENOMENOLOGY ", organizzato dal The World Institute for Advanced Phenomenological Research and Learning presso la Pontificia Università Lateranense.
  • Il 19-21-23/02/2007 ho partecipato al Convegno "Duns Scotu’s doctrine of Trinity", tenuto dal Prof. Richard Cross, organizzato dalla Pontificia Università Antonianum .
  • Il 12-13/05/2007 ho partecipato al Convegno "Intenzionalità ed empatia. Fenomenologia, psicologia, neuroscienze" (Verona Tombetta) organizzato dall’AIES e in collaborazione con l’Edizioni OCD.
  • Il 16-17/05/2007 ho partecipato al Convegno Internazionale "Si può (o si deve) parlare ancora di ‘praeambula fidei’?" organizzato dalla Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Lateranense.
  • Il 03/12/2007 ho partecipato al Seminario Internazionale di Filosofia "CONTEMPORARY PHILOSOPHY AND EUROPEAN VALUES" organizzato dalla Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Lateranense in collaborazione con l’Istituto di Filosofia e Sociologia dell’Università della Lituania.
  • Dal 5 all’8 giugno 2008 ho partecipato al VI Simposio Europeo dei Docenti Universitari: "Allargare gli orizzonti della razionalità. Prospettive per la filosofia", organizzato dal Vicariato di Roma (Ufficio Pastorale Universitaria), sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, con il Patrocinio del Consilium Conferentiarum Episcoporum Europae (CCEE), in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Universitàe della Ricerca – Consiglio Nazionale delle Ricerche, presso la Pontificia Università Lateranense.
  • Dal 17 al 21 agosto 2008 ho partecipato al Quarto Congresso Mondiale di Fenomenologia: "The Phenomenology and Existentialism of the Twentieth Century", organizzato dal The World Institute for Advanced Phenomenological Research and Learning presso la Jagiellonian University (Institute of Philosophy) di Krakow (Polonia).
  • Dal 25 al 27 settembre 2008 ho partecipato al 630 convegno per professori universitari a Lecce, sul tema "Natura ed etica" promosso dalla Fondazione Centro Studi Filosofici di Gallarate.

Partecipazione ai Convegni in qualità di relatore:

  • La costituzione tra Giusnaturalismo e Liberalismo. Convegno organizzato dall’Università degli Studi di Bari, Dipartimento Giuridico delle Istituzioni, Amministrazione e Libertà: Bari, 29 Aprile 2008 (Relazione: Il fondamento ontico dello Stato di diritto e la questione dei valori etici personali nell’opera di Edith Stein).
  • Il percorso intellettuale di Edith Stein. I Convegno internazionale di fenomenologia organizzato dalla Facoltà Teologica Pugliese I.T.I. ″S. Fara″-Bari, in collaforazione con il Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche di Roma (affiliato a The World Phenomenology Institute – USA) e il Centro Studi ″Edith Stein″ (sezione del C.I.R.F.); Bari 16 Maggio 2008 (Relazione: Individuatio per intrinseca e il fondamento dell’essere individuale. Implicanze gnoseologiche nel confronto tra Duns Scoto e Edith Stein).
  • Fenomenologia Metafisica Scienze – Edith Stein e Hedwig Conrad-Martius. II Convegno internazionale di fenomenologia organizzato dal Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche di Roma (affiliato a The World Phenomenology Institute – USA), in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari (Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione – Prof.ssa Luigia Di Pinto) e l’Accademia di Scienze Umane e Sociali (A.S.U.S) di Roma; Bari 29 maggio 2009 – Terlizzi 30 maggio 2009 (Relazione: Il principio di individuazione nelle analisi fenomenologiche di E. Stein e di H. Conrad-Martius. Il recupero della filosofia medievale).
  • Il tema dell’armonia in Edith Stein. Seminario di studi organizzato dal Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche di Roma (affiliato a The World Phenomenology Institute – USA) – Sezione: Centro Studi e Ricerche Edith Stein, Roma 09 gennaio 2010.
  • Fenomenologia della Persona, della Vita e della Comunità. Edith Stein – Hedwig Conrad-Martius – Gerda Walther. III Convegno Internazionale di Fenomenologia organizzato dal Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche di Roma (affiliato a The World Phenomenology Institute – USA), in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari (Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria – Prof.ssa Luigia Di Pinto) e l’Accademia di Scienze Umane e Sociali (A.S.U.S) di Roma; Bari 27 e 28 maggio 2010, presso l’Aula Magna “Aldo Cossu” dell’Università degli Studi di Bari.

Principali pubblicazioni

  • Traduzione dal tedesco e apparato critico di Sr. Teresa Margareta Drügemüller OCD, Edith Stein nella vita del Carmelo, in Segni e comprensione 62 (2007) 5-15;
  • Traduzione dal tedesco e apparato critico di Reinold Messner, Il principio di individuazione nella visione scotista, in Idee 64 (2007) 19-41;
  • Traduzione dal tedesco di Ephrem Longpré OFM, Il punto della ricerca su Scoto-1933, in Quaderni di Studi Scotisti 4 (2007) 11-24;
  • Hedwig Conrad-Martius: A Philosophical Heredity Illustrated by Eberhard Avé-Lallemant, in Axiomathes 18 (2008) 515-531, http://www.springerlink.com/openurl.asp?genre=article&id=doi:10.1007/s10516-008-9044-1 ;
  • Bio-bibliographical Note, in Axiomathes 18 (2008) 533-542, http://www.springerlink.com/openurl.asp?genre=article&id=doi:10.1007/s10516-008-9038-z ;
  • M. Shahid – F. Alfieri (edd.), Il percorso intellettuale di Edith Stein, Edizioni Giuseppe Laterza, Bari 2009:

– Articolo: Il “Principium individuationis” e il “fondamento ultimo” dell’essere individuale. Duns Scoto e la rilettura fenomenologica di Edith Stein, pp. 209-259;

  • Nota Bio-bibliografica di Edith Stein, in http://www.centrostudiedithstein.it/ , formato Pdf, pp. 1-24;
  • A. Ales Bello – F. Alfieri – M. Shahid (edd.), Edith Stein – Hedwig Conrad-Martius. Fenomenologia Metafisica Scienze, Edizioni Giuseppe Laterza, Bari 2010:

– Articolo: Il principio di individuazione nelle analisi fenomenologiche di Edith Stein e di Hedwig Conrad-Martius. Il recupero della filosofia medievale, pp. 143-197;
Nota Bio-bibliografica di Edith Stein, pp. 413-461;
Nota Bio-bibliografica di Hedwig Conrad-Martius, pp. 463-483;

  • L’ancoraggio ontico tra “Natura” e “Spirito” nel Das Sein di Hedwig Conrad-Martius. Una questione aperta, (in corso di stampa).

Recensioni

  • AA. VV., Dobbiamo diventare filosofi? Invito alla lettura di testi filosofici, a cura di R. D’Ambrosio e S. Di Lisio, in Quaderni della Rivista di Scienza Religiose 11, Ed. Viverein, Roma 2006, pp. 106: in Frontiere 4 (2007) 198-199.

(aggiornato al 21 febbraio 2010)

 

Luigia Di Pinto

Laureata in Pedagogia, presso l’Università degli Studi di Bari, con una tesi in Storia della Filosofia intitolata La biologia di Aristotele (relatore prof. Antonio Corsano).

       Abilitata all’insegnamento di “Filosofia e Scienze Umane” nei Licei,  nei quali è stata docente di ruolo.

    Dal 1974 al 1978 titolare di CONTRATTO per la ricerca scientifica in Filosofia Teoretica presso la Facoltà di Magistero dell’Università di Bari.

    Dal 1978 al 1984 RICERCATRICE di Filosofia Teoretica nell’Università di Bari e dal 1984 incaricata di “Estetica”.

    Dal 1985 al 2002 PROFESSORESSA ASSOCIATA di Filosofia Teoretica.

   Negli ultimi anni ha ricoperto oltre all’insegnamento di Filosofia Teoretica (nel Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione, in quello di Formazione Primaria e in quello nascente di Educatore Professionale per il Disagio minorile, la devianza), anche quello di Logica (nel Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria e in quello di Scienze dell’Educazione) e quello di Filosofia del Linguaggio (nel Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione) presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bari.

     Nel triennio 1996-1999 ha diretto e trasformato l’ex Istituto di Filosofia e Storia della filosofia in Dipartimento di Bioetica di questa Università.

    Da circa dieci anni ha avviato in questa Facoltà un Laboratorio di “Didattica della Filosofia”.

     I suoi interessi scientifici sono di stile fenomenologico e si muovono al confine tra la Scuola di fenomenologia di Husserl e di Edith Stein e la Scuola di Francoforte.

    Negli anni settanta ha incominciato ad interessarsi agli inediti di Husserl sull’immaginazione. Più in particolare ha studiato il problema dell’immaginazione come “paradosso iconico” analizzato in manoscritti inediti degli anni 1898-1925, pubblicati nel 1980 dall’editore Nijhoff col titolo: Phantasie, Bildbewusstsein, Erinnerung (HUA XXIII).     Ha pubblicato il volume Il problema della immaginazione in Husserl (Levante, Bari 1983), in cui analizza il problema della presentificazione  così come viene configurandosi nelle Analysen zur passiven Synthesis (ora HUA XI) e l’immaginazione così come opera nella fruizione estetica, avvalendosi del Ms. A VI I/8-9 del 1906/07, intitolato Ästhetische Objektivität.

    Negli anni ottanta-novanta ha intensificato la sua attenzione verso le lezioni svolte da Husserl negli anni 1918-1926 sulla sintesi passiva. Lezioni nelle quali la passività in senso fenomenologico viene identificata come fluire di vissuti latenti ed inconsci che consentono di automodellarci. Il fenomeno dell’autoaffezione e/o automodificazione, come capacità di attingere alle nostre risorse creative, proprio grazie all’esercizio della ricettività (epoché con conseguente neutralizzazione dell’io ipertrofico, per dare così spazio al tempo vissuto ossia al Sé), viene analizzato dall’Autrice in un saggio intitolato The Archeology of Modalization in Husserl, apparso, nel 1991 nel vol. XXXIV di “Analecta Husserliana” (la collana di studi fenomenologici del Centro mondiale di Fenomenologia, con sede in USA, con la quale collabora). L’Autrice prosegue lo studio del fenomeno della passività in un altro saggio del 1992, intitolato For a new critique of reason: the role of re-presentation in E. Husserl, apparso anch’esso in “Analecta Husserliana” (vol. XXXVI).

    Questi studi sugli inediti husserliani riguardanti la passività sono stati realizzati grazie ad uno studio parallelo sulla sintesi passiva e/o sintesi speciosa già configurata da Kant. Nel volume Impronte Kantiane in Husserl (Cacucci, Bari 1988), l’Autrice si avvale ancora una volta di lezioni e manoscritti inediti che lo stesso Husserl ha lasciato su Kant. Si tratta di inediti husserliani che vanno dal 1886 fino al 1937.

    Negli ultimi anni lo scandaglio del fenomeno della sintesi passiva ha portato l’Autrice ad approfondire questo fenomeno nella sua dimensione intersoggettiva., in particolare così come si configura nell’empatia di Husserl, proseguendo poi fino all’empatia analizzata nella raffinata psicologia di Edith Stein.

    Nel volume Il respiro della filosofia in Edith Stein (Laterza, Bari 1999), l’Autrice mostra come le analisi di Husserl sulla sintesi passiva correlata all’empatia vengono acutamente approfondite dalla Stein fino all’analisi di fenomeni socio-politici già studiati da Simmel (società, comunità, popolo, stato, diritto, ecc.), entrando così nel campo di fenomeni politici come il totalitarismo (nazismo, stalinismo, liberismo economicistico). Di qui l’importanza estrema attribuita dalla Stein alla necessità di ritrovare nell’empatia la nostra capacità di metamorfosi attraverso sintesi passive prodotte dalla nostra energia vitale vale a dire dal corpo come “prima radice”, come apriori materiale di ogni atto intenzionale, soprattutto di ogni atto etico come la scelta tra bene e male. Solo questo apriori materiale è in grado di ridimensionare i rischi riduzionistici delle scienze cosiddette esatte e dello strutturalismo linguistico tipico di ogni pensiero calcolante.

     Questa attenzione della Stein verso il linguaggio ha condotto recentemente l’Autrice ad esaminare più da vicino il complesso fenomeno del linguaggio. Di qui il volume Trittico di estetica: J. Habermas, H. Arendt, N. Hartman (Levante, Bari 1996). Inoltre ha collaborato, con la voce “Philosophy of Language”, all’Enciclopedia mondiale World-wide, pubblicazione del Centro mondiale di Fenomenologia presso l’editore Kluwer, pubblicata nell’anno 2002.

     Sempre negli ultimi anni ha avviato un Laboratorio di Didattica della filosofia, all’interno del quale svolge ricerche sulla spendibilità dello stile dell’empatia della Stein in ambito formativo. Le ricerche in corso in questo “cantiere” sono state presentate nel novembre 2001 nell’Università Roma Tre, in una tavola rotonda, intitolata”Amore e empatia. Ricerche in corso”, organizzata nella Facoltà di Lettere e Filosofia da Francesca Brezzi (ordinaria di Filosofia morale). Esso è rinvenibile nella Sezione Edith Stein del sito  del “Centro italiano di ricerche fenomenologiche” (CIRF) affiliato al “The World Institute for Advanced Phenomenological Research and Learning” con sede in USA.Indirizzodelsito:http://web.tiscali.it/cirfitalia
Nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bari, promuove varie attività di laboratorio sul nesso “fenomenologia della musica e corporeità”. L’Autrice analizza questo originario rapporto musica-corporeità in un suo saggio intitolato Metamorfosi e musica in fenomenologia (Laterza, Bari 2002). Qui l’Autrice chiarisce che una “musica” fenomeno logicamente intesa può dar vita ad una metamorfosi, ad una rinascita, ad una seconda nascita nell’alterità dialogica per ritrovare le nostre radici, le ragioni del corpo,per pensare nel corpo. In questo volume l’Autrice presta grande attenzione ai nostri vissuti linguistici precategoriali e prosegue queste sue ricerche sugli aspetti qualitativi dei nostri vissuti percettivi in Qualia in Semiotica (Edizioni del Sud, Bari 2002). Questa semiotica della musica è stata da lei elaborata partecipando come relatrice negli incontri internazionali su Colloquium:Logica-Dialogica-Ideologica, I segni tra funzionalità ed eccedenza tenutisi nel mese di febbraio 2002 e organizzati dal Professor Augusto Ponzio, Direttore del dipartimento di Pratiche linguistiche e analisi dei testi. Qui in qualità di professore associato, ha fatto parte del Collegio dei Docenti del Dottorato di ricerca in “Teoria del linguaggio e scienze dei segni” presso l’Università degli Studi di Bari.

Ha presieduto il 16 Maggio 2008 il 1° Convegno Internazionale di Fenomenologia su “Il percorso intellettuale di Edith Stein”.

Ha preparato inoltre il  2° Convegno Internazionale di Fenomenologia tenutosi a Bari  nei giorni 29 e 30 Maggio 2009 su: Fenomenologia-Metafisica-Scienze: Edith Stein e Hedwig Conrad-Martius.

Sta preparando  il 3° Convegno Internazionale di Fenomenologia sulle tre fenomenologhe Edith Stein, Edwig Conrad-Martius e Gerda Walher che si terrà a marzo 2010.

Ha partecipato a numerosi Convegni e Seminari ed ai Seminari organizzati dal C.I.R.F. (Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche).

 

Attualmente è ordinario di Filosofia Teoretica, Facoltà di Scienze della formazione presso l’Università degli Studi di Bari.

 

Bibliografia anni 1975-2009.

  • DI PINTO L., Il problema del soggetto epistemico in Jean Piaget, “ Annali della Facoltà di Magistero dell’Università di Bari”, vol. XIV, acc. 1974-75 e 1975-76.
  • DI PINTO L., Tempo reale e tempo matematico in Henry Bergson, “Studi e Ricerche”, n. I, Levante ed., Bari 1977.
  • DI PINTO L., Sull’estetica dell’Einfùhlung in Edmund Husserl: l’opera d’arte come espressione di equilibrio, “Studi e ricerche”, n. II, Levante ed. Bari 1978.
  • DI PINTO L., Per un’ermeneutica del tempo immanente di Edmund Husserl, “Studi e Ricerche”, n. III, Levante ed. Bari 1981.
  • Di Pinto L., Il problema dell’immaginazione in Edmund Husserl, Levante, Bari 1983.
  • DI PINTO L., Verso la tematizzazione e l’ermeneuticadella sintesi passiva in Edmund Husserl, “Studi e ricerche”, n. IV, Levante ed., Bari 1984.
  • Di Pinto L., Impronte Kantiane in Edmund Husserl, Cacucci, Bari 1988.
  • Di Pinto L., The Analytics of the “Dynamics of Horizons” in Husserl’s Analysen zur passiven Synthesis, in “Analecta Husserliana” XXIX (1990), pp. 301-307.
  • Di Pinto L., The Archeology of Modalization in Husserl: From Analogies to Passive Synthesis, in “Analecta Husserliana” XXXIV (1991), pp. 179-194.
  • DI PINTO L, For a new critique of reason: the role of re-presentation in E. Husserl, in “Analecta Husserliana”, Vol. XXXVI, 1992.
  • Di Pinto L., L’Estetica di Jurgen Habermas come etica del comunicare, in Aa. Vv., Trittico di estetica. Jurgen Habermas – Hannah Arendt – Nicolai Hartmann, a cura di L. Di Pinto, Levante, Bari 1996.
  • Di Pinto L., Il respiro della filosofia in Edith Stein, Laterza, Bari 1999.
  • DI PINTO L., La fenomenologia in musicoterapia, in AA.VV., Primo Convegno di Musicoterapia, Tipolit. Mare, Bari 2001.
  • Di Pinto L., Corporeità come “partitura musicale”, in Aa. Vv., Metamorfosi e musica in fenomenologia, a cura di L. Di Pinto, Laterza, Bari 2002, pp.15-63.
  • DI PINTO L., Libertà e lavoro in Angelo Prontera, in AA.VV., Filosofare dialogando, Milella, Lecce 2002.
  • Di Pinto L., Le scienze della soggettività e il corpo vivente, in “Athanor”, vol. 5 (2002), pp. 75-83.
  • Di Pinto L., Qualia in Semiotica, in Aa. Vv., P.L.A.T. Quaderni n. 1, Edizioni dal Sud, Modugno 2002, pp. 309-337.
  • Di Pinto L., Philosophy of Language and Corporeity, in “Analecta Husserliana 80 (2002), pp. 544-553.
  • Di Pinto L., Empatia ed amicizia nelle lettere di Edith Stein a Roman Ingarden, in “Aquinas” 45 (2002), pp. 125-132.
  • Di Pinto L., Il rapporto tra persona e mondo della vita: l’ambiente come vissuto e come ritorno alle radici, in Aa. Vv., Ambiente e ricerca, a cura di Angela Danisi, Pensa Multimedia, Lecce 2003.
  • Di Pinto L., Una “pratica” dell’empatia, in Aa. Vv., Amore ed Empatia, a cura di Francesca Brezzi, FrancoAngeli, Milano 2003, pp. 85-92.
  • Di Pinto L., Profili della corporeità in Edith Stein, in “Corposcritto” 4 (2003), Edizioni dal Sud, Modugno, pp. 61-69.
  • DI PINTO L., Logiche del dialogare, in AA.VV., Logica, dialogica, ideologica, Mimesis, Milano 2003.
  • Di Pinto L., Radici dell’eidos di Europa nella logica di Husserl, in Aa. Vv., P.L.A.T. Quaderni n. 3, Edizioni dal Sud, Modugno 2004, pp. 265-272.
  • Di Pinto L., Orizzonti dell’eidos d’Europa in fenomenologia e in ulteriori filosofie contemporanee, Laterza, Bari 2005.
  • Di Pinto L., Stile teleologico nella biologia di Aristotele, Laterza, Bari 2006.
  • Di Pinto L., Costellazioni eidetiche per scoprire l’eurocentricità, in in Aa. Vv., P.L.A.T. Quaderni n. 5, Edizioni dal Sud, Modugno 2006, pp. 137-152.
  • Di Pinto L., Nexus tra immaginazione e sintesi passive in Edmund Husserl, Laterza, Bari 2006.
  • Di Pinto L., Figure e plurivocità del totalitarismo secondo Hannah Arendt, in Aa. Vv., P.L.A.T. Quaderni n. 6, Edizioni dal Sud, Modugno 2007, pp. 47-70.
  • Di Pinto L., Radici dell’iconografia in semiotica, in “Annali della Facoltà di Scienze della Formazione 1995-2005”, a cura di Cosimo Laneve, vol. 1, Laterza, Bari 2007.
  • Di Pinto L., Enigmi teoretici dell’immaginario e della temporalità in Edmund Husserl, Laterza, Bari 2008.
  • Di Pinto L., Fondali teoretici di Immanuel Kant in Edmund Husserl, Laterza, Bari 2008.
  • Di Pinto L., Dinamiche dell’intersoggettività in Husserl, Stein e Lévinas, in Linguaggi, scienze, professionalità.Metadiscorsi e pratiche formative, P.L.A.T. Quaderni n. 1 (nuova serie), a cura di Mario Cardona e Augusto Ponzio, Pensa Multimedia, Lecce 2008, pp. 375-390.
  • DI PINTO L., Exempla nell’intersoggettività e nel trascendentale delle Analysen zur passiven Synthesis di Edmund Husserl, P.L.A.T. n. , 2009.
  • DI PINTO L, Il logos delle sintesi passive in Edmund Husserl, in corso di stampa presso Laterza di Bari, settembre 2009.
  •  

Dibattiti organizzati dalla Prof/ssa Di Pinto c/o Università di Bari

 

  • L’economia politica come scienza morale e sociale in A.O. Hirschman  (15/2/1995)
  • Perché ripartire dall’intersoggettività: il concetto di donna in Edith Stein (1/2/1996)
  • Perché ripartire dall’ironia: politica e valori nel “pensiero della relazione” (18/1/1996)
  • Politica e solidarietà in Edith Stein (18/3/1997)
  • Psicologia e politica in Edith Stein (26/5/1997)
  • La forza vitale della comunità internazionale in Edith Stein (12/1/1999)
  • Il punto zero della filosofia in Edith Stein (2/3/2000)
  • Soggetto. Corpo, politica, filosofia: percorsi nella differenza (27/11/2000)
  • La costituzione della persona in Edith Stein (12/12/2000)
  • Empatia ed amicizia in fenomenologia (1/2/2002)
  • Filosofia e metodo fenomenologico (1/2/2002)
  • Colloquium: Logica-Dialogica-Ideologica. I segni tra funzionalità ed eccedenza (13-16/2/2002).
  •  

Partecipazione a Convegni della Professoressa Di Pinto come relatrice.

 

  • Edith Stein: filosofia e mistica (25/3/2000)
  • Presentazione del volume di Edith Stein, La struttura della persona umana (16/3/2001)
  • Natura, persona, storia (19/3/2001)
  • The controversy about the Existence of the World (10/4/2001)
  • Convegno internazionale di studi. Prospettive culturali, terapeutiche e riabilitative nella relazione ambiente-handicap (18/4/2001)
  • La storia è il tempio di Dio. Tre donne nella storia d’Europa: messaggi e progetti (S. Brigida di Svezia – S. Caterina da Siena – S. Teresa Benedetta della Croce (26/5/2001)
  • Musicoterapia in Puglia: percorsi ed esperienze. 1° Convegno di musicoterapia “Filippo Smaldone (27-28/10/2001)
  • Amore ed empatia. Ricerche in corso (15/11/2001)
  • Empatia ed amicizia nelle lettere di Edith Stein a Roman Ingarden (8/3/2002)

 

Partecipazione della Prof/ssa Di Pinto a Convegni e Seminari C.I.R.F.

 

-17 febbraio 2007 c/o C.I.R.F.

Giovanni   Cera, Gabriella Farina, Giovanni Invitto, Aniello Montano

Dopo “ il secolo di Sartre”: bilancio di un pensiero

-1 marzo 2008, c/o C.I.R.F.

Adriano Fabris, Leonardo Messinese, Stefano Poggi

La formazione filosofica del giovane Heidegger (1914-1925)

-31 marzo 2007

Bruno Callieri, Aldo Masullo, Bianca Maria d’Ippolito, Antonella Garofano, Luigi Aversa, Gilberto Di Petta

Fenomenologia e psicopatologia

-5 maggio 2007 c/o C.I.R.F.

Luisa Avitabile, Michele D’Ambra, Anna Maria Pezzella, Giacinta Turolo Garcia

Edith Stein. Il ruolo della comunità, nella vita sociale, politica e religiosa

-22 Giugno 2007

Pontificia Università Lateranense

Angela Ales Bello, Maija Kule, Vincent Aucante, Stanislav Košč, Zdzislaw Kijas, e Cristina M. Dimezzi, Horst Seidl, Martin Knafu Knemnkia, Gaspare Mura, Philippe Nemo, Francesca Brezzi, Emilio Baccarini,  Jacinta Turolo Garcia

Antropologia Cristiana tra Fede e Ragione

-20 ottobre 2007 c/o C.I.R.F.

Francesca Brezzi, Bruno Calmieri, Maria Teresa Pansera, Maria Teresa Russo                    

Antropologia ed etica in medicina

-17 novembre 2007 c/o C.I.R.F.

Aniceto Molinaro, Leonardo Messinese, Pietro De Vitiis

La molteplicità delle prospettive nella filosofia ermeneutica di Heidegger

-1 Dicembre 2007 c/o C.I.R.F.

Emilio Baccarini, Cataldo Zuccaio, Mario Signore

La responsabilità del pensare. Politica Economia Tecnica

-12 gennaio 2008 c/o C.I.R.F.

Luigi Aversa, Patrizia Manganaro, Anna Maria Pezzella, Marina Pellegrino

Linee di fenomenologia della mistica in Gerda Walther

-26 gennaio 2008 c/o C.I.R.F.

Bianca Maria d’Ippolito, Carmine Di Martino, Vincenzo Costa

Husserl e il darsi delle cose

-9 febbraio 2008 c/o C.I.R.F.

Bianca Maria d’Ippolito,Vincenzo Costa, Nicoletta Ghigi

Husserl e la metafisica

-5 aprile 2008 c/o C.I.R.F.

Marcella D’Abbiero, Stefano Petrucciani, Ferruccio Andolfi

Sulla comunità. Momenti e aspetti della riflessione filosofica. Da Tommaso D’Aquino al comunitarismo contemporaneo

-14 novembre 2008

Università Lateranense

Francesca Brezzi, Emilio Baccarini, Michele D’Ambra, Daniella Iannotta, Furio Pesci, Lubomir Zak

Spirito  Comunità  Mistica  in  Edith  Stein

 

Partecipazione della Prof/ssa Di Pinto a Convegni e Seminari

 

  • Conferenza organizzata da Angela Ales Bello intitolata Edith Stein e il nazismo c/o l’Università Lateranense, Città del Vaticano 24 ottobre 2003.
  • Convegno Il discorso della salute. Testi, pratiche, culture organizzato dall’AISS (Associazione Italiana di Studi Semiotici), Spoleto 29 ottobre-1 novembre 2004.
  • Vladimir Krysinski (Montreal) Omaggio a Jacques Derrida: la lingua dell’altro e la democrazia. (10/12/04) Dipartimento del PLAT
  • Giochi di linguaggio (verbale, visivo, musicale) ed enunciazione implicita (10/01/05) Dipartimento del PLAT
  • Immagine, musica, scrittura - dialogobox 2 (14-15/01/05)
  • Massimo Serenari : Gesto, linguaggio, paralinguaggio. Un territorio di confine (26/01/05) Dipartimento del PLAT
  • Convegno Internazionale organizzato dal Dipartimento del PLAT, intitolato Barthes per Roland Barthes, Bari 16-19 febbraio 2005
  • Metafore, Concetti, conoscenze - Università degli Studi di Urbino
  • "Carlo Bo" (20/05/05)
  • Referendum 12 - 13 giugno : Che fine hanno fatto le donne? (07/06/05)
  • Convegno Con Mozart, Dipartimento del PLAT, Università degli Studi di Bari, 2-3  /9/2005
  • Augusto Ponzio, La forza del passato, la luce nel cuore, il vento della storia, Dipartimento del PLAT  (9,17,28/11/2005)
  • Antonio Buttitta: Sul concetto di identità occidentale (16/12/05) Dipartimento del PLAT.
  • Convegno Comunicazione, interpretazione, traduzione,Dipartimento del PLAT 16-18 /2/ 2006.
  • Massimo Recalcati:I limiti della parola (25/02/2006) Dipartimento del PLAT
  • Presentazione di Mondo di guerra (19/04/2006) Dipartimento del PLAT
  • Anna Guerriero: Sinestesia: suono,colore, parola (11/05/2006) Dipartimento del PLAT
  • Presentazione di: Mondo di guerra, lavoro immateriale, vita ed economia del dono. (15/05/2006) Dipartimento del PLAT
  • Franco Buono: Novità sul concetto di storia in Walter Benjamin (17/06/2006) Dipartimento del PLAT
  • Augusto Ponzio, La filosofia del linguaggio come arte dell’ascolto (16/2/2007)
  • N. Merker, Il mito dell’Europa civilizzatrice (1/3/2007). Dipartimento del PLAT
  • Luigi Formigari, Naturalismo e scienze del linguaggio (2/3/2007) Università degli Studi di Bari
  • Angela Ales Bello, L’eidos di Europa in Edmund Husserl, Edith Stein e Edwig Conrad Martius (28/4/2007) Università degli Studi di Bari
  • Julia Ponzio, Il concetto di segno in Jacques Derrida (14/5/2007) Università degli Studi di Bari
  • F.Buono, Politica e letteratura di Walter Benjamin (23/5/2007) Dipartimento del PLAT
  • Giuseppe Barletta, Epistemologia ed ermeneutica, prospettive del Novecento (12/9/2007) Università degli Studi di Bari
  • Augusto Ponzio, Diaoro, Le schiavitù moderne (26/11/2007), Dipartimento del PLAT
  • Francesco Giancotti, Augusto Ponzio, Ascoltando la pittura: Malevic e Mondrian (5/12/2007) Dipartimento del PLAT
  • Loreta De Stasio, L’arte della comunicazione (18/12/2007) Dipartimento del PLAT
  • Angela Ales Bello, L’eidos di corporeità e di intersoggettività in Edith Stein (16/5/2008) dipartimento del PLAT
  • Angela Ales Bello, La fenomenologia di Edith Stein e la biologia di Edwig Conrad Martius (17/5/2008) Dipartimento del PLAT
  • Pasquale Pantaleo, Vangelo ed antivangelo (18/11/2008) Dipartimento di Bioetica, Università degli Studi di Bari.

(aggiornato al 28 settembre 2009)

(per aprire i contenuti per la lettura cliccare direttamente sul nome
per chiudere i contenuti dopo la lettura cliccare nuovamente sul nome)

Luisa Avitabile

Luisa Avitabile è professore ordinario di Filosofia del diritto presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Cassino; insegna anche Teoria generale del diritto e Teoria dell’interpretazione e informatica giuridica, è stata Direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche; dal 1992 tiene un seminario annuale di Filosofia del diritto la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma “Sapienza” dove è stata responsabile didattico dei master Teoria e prassi delle istituzioni giuridiche e Operatore giuridico dei diritti della società multiculturale, collabora inoltre con la Rivista internazionale di filosofia del diritto.
Oltre a contributi apparsi anche nella Rivista internazionale di filosofia del diritto, ha pubblicato, tra l’altro: Diritto e osservatore, Milano, 1998; Forme del terzo nel diritto, Torino, 1998; Il terzo giudice tra gratuità e funzione, Torino, 1999; La funzione del mercato nel diritto, Torino, 1999;
La filosofia del diritto in Pierre Legendre, Torino, 2004; Per una fenomenologia del diritto nell'opera di Edith Stein, Roma, 2006; Soggetto libertà e diritto, in AA.VV., Il cammino del diritto, Roma, 2006; Fenomenologia giuridica e comunità nell’opera di Edith Stein, in Percorsi di fenomenologia del diritto, Torino, 2007; (con A. Argiroffi) Responsabilità, rischio, diritto e postmoderno, Torino, 2008; Edith Stein. Il ruolo della comunità nella vita sociale, politica e religiosa, in Comunità e mondo della vita. Società. Diritto. Religione, Lateran University Press (Città del Vaticano), 2008; Diritti umani e fenomenologia dello Stato in Edith Stein in Colloqui sulla dignità umana, Roma 2008; La specificità del diritto e le questioni economiche in Fides Humanitas Jus. Studi in onore di Labruna, Napoli, 2009; A proposito di un ‘testo’ di Pierre Legendre in Et si omnes … Scritti in onore di Francesco Mercadante, Milano, 2008; Realismo fenomenologico e formalismo giuridico in P. Ricoeur, Studi di fenomenologia, Torino 2009; La ‘funzione’ del diritto: persona e comunità. Riflessioni con Sergio Cotta, in Studi in memoria di S. Cotta, Milano, 2010; Weltanschauungen del diritto e forme della vita in Karl Jaspers (il suicidio) in I diversi volti dell’eutanasia, atti del Convegno Eutanasia e suicidio assistito tra vita sofferenza e morte (Palermo 5-6 maggio 2008), Roma, 2010; Diritto identità linguaggio, in L’identità plurale della filosofia del diritto atti della Congresso nazionale di filosofia del diritto – Torino, 16-17-18 settembre 2008, Napoli, 2010; Il filosofo del diritto davanti alla crisi della complessità (a cura di L. Avitabile), Atti della giornata di studi del 19 giugno 2009, (Cassino – Facoltà di giurisprudenza), Napoli, 2010; Le forme del funzionalismo giuridico, in Interpretazioni del funzionalismo giuridico (a cura di), Napoli, 2010;Il diritto tra forma e formalismo (a cura di), Napoli, 2010; Diritto ed empatia a partire da uno studio di Edith Stein, Studi in onore di Franco Modugno, Napoli, 2011; La legge, il diritto e il criterio del bene, in Quale felicità? Dal Pil al Bil: Donne lavoro e benessere (a cura di M. Forcina), Lecce, 2011; Riflessioni su formalismo giuridico e realismo fenomenologico, in Logos relazione e persona, Roma, 2011; I doveri del giurista le critiche della filosofia del diritto, in Perché la filosofia del diritto oggi (a cura di), Napoli, 2011; La donna, alcuni interrogativi sulla sua identità giuridica, in Initium Sapientiae, Roma, 2011; Interpretazione del formalismo giuridico in E. Stein, Torino, 2012.

Ha curato le seguenti traduzioni: P. Legendre, Il giurista artista della ragione, Torino, 2000; F. Ewald, Diritto e rischio. Il rapporto giuridico come rapporto assicurativo, Torino, 2004; N. Luhmann, Mercato e diritto, Torino, 2004.

Rosa Errico

ERRICO Rosa, nata a Brindisi il 05.01.1976, residente a Palermo (PA) in via Oreto n. 260/A, cell. 349/6380795, e-mail errico_rosa@alice.it.
TITOLI DI STUDIO:
Diploma di maturità classica conseguito presso il Liceo-ginnasio statale “A.Calamo” di Ostuni (BR) nell’anno scolastico 1994,
Laurea in Filosofia conseguita nel giorno 28.06.1999 presso l’Università degli Studi di Lecce con votazione 110/110 e lode. Titolo tesi: «Il processo contro Meister Eckhart: difesa della razionalità all’interno della fede»; relatore prof. Loris Sturlese.
Dottorato di ricerca in Etica e Antropologia. Storia e Fondazione conseguito il 23.06.2006 presso l’Università degli Studi di Lecce, facoltà di Lettere e Filosofia, Dipartimento di Filosofia e Scienze sociali. Titolo tesi: «Il principio di individuazione e la persona. Studio fenomenologico dell’onto-antropologia classica in Edith Stein».
Specializzazione per la classe di concorso A037 (Filosofia e storia) conseguita presso la Scuola Interuniversitaria di Specializzazione per l’insegnamento secondario (SISSIS) dell’Università degli Studi di Palermo il giorno 22/05/2009, nel corso della quale ha svolto il proprio tirocinio presso il Liceo Classico Vittorio Emanuele II di Palermo avendo come tutor il Prof. Carlo D’Arpa.

CORSI DI FORMAZIONE E/O MASTER:

Corso di informatica per operatore e programmatore presso la Scuola “Gabriele D’Annunzio” di Ceglie Messapica (BR) con diploma di frequenza rilasciato in data 18.11.1988;
Corso per animatori dei centri di Incontro tenutosi nel settembre 1994 a Squinzano (LE) presso l’Istituto Santa Maria con attestato di partecipazione;
Corso teorico-pratico sui Beni Culturali della Città tenutosi presso il Comune di San Vito dei Normanni (BR) nell’anno 1998 con attestato di frequenza;
Corso di formazione per operatrici in teleservizio della durata di 700 ore e stage presso l’Internet Service Provider Clionet con sede in San Vito dei Normanni (BR) conseguendo l’attestato di partecipazione nel giugno 2000 con graduatoria finale di cui risulta essere la prima classificata;
Master in Turismo e Beni Culturali della durata di 700 ore presso la Cittadella della Ricerca – Pastis CNRSM di Brindisi in collaborazione con l’Università di Lecce e la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa al termine del quale risulta vincitrice di borsa di studio della durata di cinque mesi a partire dal 01.03.2000, per l’ulteriore continuazione della ricerca.

LINGUE STRANIERE:
Inglese e tedesco (base).

LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE E/O SOFTWARE APPLICATIVO CONOSCIUTO:

Conoscenza computer: sistema operativo in ambiente windows;
Conoscenza software: pacchetto Office, informatica multimediale, navigazione in internet, linguaggio htm, dreamweaver per la realizzazione di siti web, software di contabilità e fiscali, project.

ESPERIENZE LAVORATIVE:

Insegnamento della lingua italiana per corsi di formazione presso il Consorzio Sturnium effettuati presso la Cittadella della Ricerca di Brindisi.
Organizzazione di convegni e corsi di formazione presso PASTIS CNRSM, Unità Didattica e Multimediale, presso la Cittadella della Ricerca di Brindisi; insegnamento nei suddetti corsi.
Insegnamento per le materie di propria competenza presso suddetti corsi di formazione presso il PASTIS CNRSM.
Contratti di lavoro per la Scuola Superiore S. Anna di Pisa in qualità di ricercatrice presso il PASTIS CNRSM di Brindisi.
Ricerca in ambiente accademico presso l’Università di Lecce e con la collaborazione dell’Università Lateranense di Roma.
Organizzazione di convegni internazionali presso l’Officina di Studi medievali di Palermo in alcuni dei quali compare anche come relatore.
Lezioni private e preparazione esami per universitari e laureandi nelle materie umanistiche.
Insegnate liceale per le classi di concorso A036 e A037.

ATTUALE SITUAZIONE OCCUPAZIONALE

Insegnante presso il Liceo della Comunicazione San Domenico sito a Palermo in via Telesino per le classi di concorso A036 e A037.
A Palermo collabora con il Prof. Alessandro Musco nelle attività dell’Officina di Studi Medievali con particolare riferimento alla rivista Schede medievali - Rassegna dell’Officina di Studi Medievali e alla rivista multimediale Mediaeval Sophia- Studi e ricerche sui saperi medievali.
È membro delle seguenti associazioni culturali:
§ Associazione Italiana Edith Stein (AIES)
§ Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche (CIRF)
§ Société Internationale pour l'Étude de la Philosophie Médiévale (SIEPM)
§ Società Italiana per lo Studio del Pensiero Medievale (SISPM).
Ha partecipato come relatore a diversi convegni tra cui si segnalano i seguenti:
§ XII Congresso Internazionale di Filosofia Medievale tenutosi a Palermo dal 16 al 22 Settembre 2007 - organizzato dall’Officina di Studi Medievali di Palermo, dall’Università degli studi di Palermo, Facoltà di Lettere e Filosofia, dal Dipartimento di Civiltà Euro-Mediterranee e di Studi Classici, Cristiani, Bizantini, Medievali, Umanistici, dalla Società Italiana per lo Studio del Pensiero Medievale e dalla SIEPM (Société Internationale Pour L’étude De La Philosophie Médiévale) - con una relazione dal titolo: Ragione umana e verità. Il problema ontologico del senso dell’essere in Edith Stein interprete di Tommaso d’Aquino.
§ Convegno internazionale di fenomenologia sul tema Il percorso intellettuale di Edith Stein – tenutosi a Bari il 16 maggio 2008 presso l’istituto “S. Fara” e organizzato dalla Facoltà Teologica Pugliese, l’Istituto Teologico Interreligioso “S. Fara”di Bari, in collaborazione con il Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche di Roma e il Centro Studi “Edith Stein” – con una relazione dal titolo Quantità e qualità. La questione dell’individuazione nel confronto tra Tommaso d’Aquino e Edith Stein
§ Convegno dal titolo: Edith Stein, ricerche in corso - organizzato dall’Associazione Italiana Edith Stein (AIES) e tenutosi a Roma il 26 giugno 2010 – con una relazione dal titolo Edith Stein e Tommaso d’Aquino. Individuazione della persona umana.
Svolge le sue ricerche su tematiche antropologiche e filosofiche riguardanti il pensiero di Edith Stein e la filosofia di Tommaso d’Aquino, sotto la guida della prof.ssa Angela Ales Bello, docente presso l’Università Lateranense di Roma.
Socio fondatore dell’associazione di formazione politico-culturale Gioventù Cristiana costituita a San Vito dei Normanni (BR) nel 2004.
Già membro dell’U. C. I. I. M. (Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi) per la quale ha ricoperto il ruolo di presidente della sezione di San Vito dei Normanni (BR) dal 2004 al 2005.
Certificata partecipazione a numerosi convegni organizzati dal M. E. I. C. (Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale).

 

PUBBLICAZIONI:
Saggi:
La fenomenologia di Edith Stein e la filosofia di san Tommaso d’Aquino. Tentativo di un confronto, in AA.VV. Saperi in dialogo. Dieci anni di ricerca, Napoli, Liguori Editore, 2004, pp. 153-165.
La materia signata quantitate: Tommaso d’Aquino e Edith Stein a confronto. In «Aquinas» 50 (Settembre – Dicembre 2007) pp. 763-795.
Essenza ed esistenza: analisi del principio di individuazione nel rapporto tra materia e forma. Tommaso d’Aquino e Edith Stein a confronto. In «Per la filosofia» 70 (2007) pp. 29-55 .
La comunità del sapere a partire dalla razionalità. Note sull’antropologia di Tommaso d’Aquino e Edith Stein. In «Mediaeval Sophia- Studi e ricerche sui saperi medievali» (2/Giugno - Dicembre 2007).
Ragione umana e verità. Il problema ontologico del senso dell’essere in Edith Stein interprete di Tommaso d’Aquino. In Atti del XII Congresso Internazionale di Filosofia Medievale, Palermo 16 – 22 settembre 2007, Société Internationale pour l'Étude de la Philosophie Médiévale (SIEPM).
Cogito, essenza ed esistenza: la struttura ontologica della persona umana con riferimento al Potenza e atto di Edith Stein. In «Per la filosofia» 72 (Gennaio – Aprile 2008) pp. 119-130.
Quantità e qualità. La questione dell’individuazione nel confronto tra Tommaso d’Aquino e Edith Stein, in Il percorso intellettuale di Edith Stein, a c. di Angela Ales Bello, ,Mobeen Shaid, Francesco Alfieri, Giuseppe Laterza, Bari 2009, pp. 181 – 208.
Principio di individuazione e persona. Tommaso d’Aquino ed Edith Stein,
La sottoscritta è altresì autrice del seguente testo monografico:
Principio d’individuazione e persona. Tommaso d’Aquino ed Edith Stein, Prefazione di Angela Ales Bello, «Dialegesthai» 11, Aracne, Roma 2011.
Si segnala inoltre la pubblicazione di numerose recensioni per conto delle riviste Aquinas, Schede Medievali e Mediaeval Sophia. Tra tutte si segnala la seguente:
D. Alfonsi (Hrsg), Due mistiche a confronto: Angela da Foligno, Edith Stein, in Mediaeval Sophia 2 (2007) p. 79

.
e-mail: errico_rosa@alice.it

Antonio Calcagno

Antonio Calcagno has had a long-standing interest in the work of Edith Stein and early
phenomenology. He holds a B.A. (Honours) in Philosophy form the University of
Toronto, an MA in Philosophy from the Catholic University of Louvain and a PhD in
Philosophy from the University of Guelph. He is Associate Professor of Philosophy at
King’s University College at The University of Western Ontario in London, Canada. He
also has appointments in the Centre for the Study of Theory and Criticism as well as in
Women’s Studies and Feminist Research at UWO. He works in contemporary European
philosophy and social and political philosophy. He also has interests in medieval and
Renaissance philosophy. He is the author of The Philosophy of Edith Stein (Duquesne
University Press, 2007). He has edited a special volume of the American Catholic
Philosophical Quarterly on Edith Stein and has published numerous articles on Edith
Stein, including his more recent pieces: .“Solidarity versus Love: Husserl and Stein on
What Most Intensely and Phenomenologically Constitutes a Community” in Persona,
logos, relazione: Una fenomenologia plurale, eds. A.M Pezzella, E. Baccarini, M.
D’Ambra, P. Manganaro (Rome: Città Nuova, 2011), 576–597;“Edith Stein’s Philosophy
of Community in her Early Work and in her Later Finite and Eternal Being: Martin
Heidegger’s Impact” in Philosophy and Theology, vol. 23, n. 2, 231–255.

Nicoletta Ghigi

Dopo la maturità classica e il diploma in Viola presso il Conservatorio F. Morlacchi di Perugia, nell’anno accademico 1993-94 Nicoletta Ghigi ha conseguito la Laurea in Filosofia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Perugia, con una Tesi intitolata: “La saggezza del mito in Giambattista Vico” (Relatore: Prof. A: Pieretti, Correlatori: Prof. A. Rizzacasa, Prof. C. Vinti) con il punteggio di 110/110 e lode.
Nell’anno accademico 1995/96 ha usufruito di una borsa di studi per un corso di perfezionamento all’estero presso l’Università tedesca di Regensburg, dove ha potuto intraprendere attività di ricerca sotto la guida del Prof. Schurr, in merito alle problematiche relative ai fondamenti della fenomenologia husserliana.
È vincitrice del concorso di Dottorato di ricerca in ‘Filosofia e scienze umane’ di durata triennale, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Perugia, associata a quelle di Macerata e Chieti, a partire dall’anno accademico 1996/97.
Da Maggio a Giugno 1998 e nel Gennaio 2001 ha soggiornato presso l’Archivio husserliano di Lovanio, in Belgio, dove ha potuto approfondire gli aspetti più importanti della fenomenologia, riferendo le proprie ricerche in particolare ai manoscritti inediti di Husserl.
Nel febbraio 2000 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in ‘Filosofia e scienze umane’ presso l’Università di Perugia con una tesi intitolata “La metafisica in Husserl. Un’analisi fenomenologica” (Relatore: Prof. A. Pieretti; Correlatori: Prof. M. Signore, Prof. A. Conci e Prof. G. Ripanti).
È vincitrice nel dicembre 2000 del concorso per il conferimento di un Assegno di collaborazione all’attività di ricerca presso la cattedra Filosofia Teoretica della validità di due anni (gennaio 2001 - dicembre 2002), rinnovato per altri due anni (gennaio 2003 – dicembre 2004) più uno (gennaio 2005 – dicembre 2005), presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Perugia.
Ha tenuto un seminario sulle “Meditazioni Cartesiane” di Husserl, per il corso di Filosofia Morale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Firenze, nell’anno accademico 2000-2001.
Dal gennaio 2001 fa parte del Centro Italiano Ricerche Fenomenologiche con sede a Roma e, dalla sua fondazione (maggio 2004), è membro dell’Associazione italiana “Edith Stein” con sede a Roma.
Il 23 e il 24. 05. 2002 ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento nella scuole secondarie superiori per la classe A037 (Storia e Filosofia), presso la scuola di specializzazione dell’Università degli Studi di Perugia (SSIS), con il punteggio di 80/80.
Sempre presso la scuola di specializzazione (SSIS) dell’Università di Perugia, il 14. 05. 2003 ha superato con esito positivo la prova relativa all’abilitazione all’attività didattica di sostegno.
Per gli anni accademici 2002/03 e 2003/04 ha ottenuto un contratto per il tutorato presso la cattedra di Filosofia Teoretica dell’Università di Perugia.
Ha partecipato attivamente al programma di ricerca scientifica di carattere internazionale cofinanziato dal MIUR (bando 2004) di durata di 24 mesi, dal titolo “Trascendentalità e forme di vita. Tra fenomenologia e analisi del linguaggio”, area disciplinare 11- Scienze filosofiche, pedagogiche e psicologiche (Coordinatore nazionale: Prof. C. Vigna, Università degli Studi “Ca’ Foscari”, Venezia; responsabile scientifico per l’unità di ricerca di Perugia: Prof. A. Pieretti, Università degli Studi di Perugia) in qualità di assegnista di ricerca.
Ha revisionato e redatto per l’Enciclopedia Filosofica Italiana (Bompiani 2006), diversi lemmi relativi a studiosi e filosofi contemporanei italiani e stranieri nonché a varie riviste di carattere filosofico.
È vincitrice del concorso per un posto da Ricercatore per la disciplina M-FIL/01 (Filosofia teoretica) il 2 e 3 marzo 2006.
Ha tenuto vari seminari e lezioni sulla storia della filosofia moderna e in particolare su Husserl, Heidegger e Ricoeur. Per l’anno accademico 2008/2009 è stata incaricata come Professore aggregato per l’insegnamento di Istituzioni di Filosofia.
Sta portando a termine una monografia su Edith Stein.

 

Ha inoltre partecipato ai seguenti convegni e incontri tematici:
ciclo di seminari tenuti a Perugia e dedicati alla lettura delle opere di Agostino nell’anno accademico 1994/1995;
Convegno internazionale su «Descartes e l’“Europe savante”» (Perugia, 7/10 ottobre 1996);
XIX Colloquio sulla Interpretazione: “Interpretazione e Dedizione” svoltosi a Macerata (20-21 Marzo 1997);
XIX Colloquio su: “Interpretazione e fiducia”, tenuto a Macerata (30-31 Marzo 1998);
Convegno “Etica del frammento”, tenuto presso il Centro di Studi Filosofici di Gallarate a Padova, dal 10 al 12 Settembre 1998;
Convegno di studio su “Le ragioni del bene: le frontiere della manipolazione”, tenuto a Macerata il 3 Marzo 1999;
VIII° Colloquio su Filosofia e religione “Linguaggi dell’Ontologia” tenutosi a Macerata (13-15-Maggio 1999);
Seminario internazionale svoltosi a Verona nell’aprile 2000, sul tema “Modelli di razionalità pratica”;
Convegno internazionale su "Il problema dei trascendentali dal XIV al XVII secolo" (Perugia 27-29 settembre 2001);
ciclo di lezioni tenuto da Donald Davidson su “The problem of predication” (Perugia, 14-22. 05. 2001);
ciclo di lezioni tenuto da Hilary Putnam su "Ethics without ontology" (Perugia, 16-24 ottobre 2001);
giornata di studio su "Filosofia della storia di fronte alla sfida del nichilismo" (Perugia 22 novembre 2001);
seminario sul tema "Le sfide del male e gli orizzonti della speranza alle soglie del terzo millennio" (Perugia 27 febbraio/20 marzo 2002);
Congresso fenomenologico internazionale “Human Creativity in the Ontopoiesis of Life” (Roma, 24-29 giugno 2002);
seminario sul tema “La filosofia politica di Hegel” (Perugia 19-20 settembre 2002);
Giornata di studio sulla questione: “Genesi e dissoluzione del trascendentale da Descartes a Hegel” (Perugia, 12. XI. 2002);
ciclo di lezioni seminariali per Dottorandi su “Husserl: logica e ontologia” tenuto dalla Prof.ssa Angela Ales Bello presso la facoltà di Filosofia dell’Università del Laterano a Roma da ottobre 2002 a gennaio 2003;
Convegno Internazionale “Libertà, giustizia e bene nel pensiero del ‘900”, tenuto a Venezia dal 29 maggio al 31 maggio 2003;
International Phenomenology Congress, Istanbul, Turchia, 10-17 agosto 2003;
Seminario di studio, “La filosofia come dialogo a partire da Agostino”, tenuto a Cascia 9-11 ottobre 2003;
Incontro di Studi filosofici in onore di A. Rigobello intitolato “Sguardi prospettici sull’idea di pluralismo” (Tuoro sul Trasimeno, 19-18 giugno 2004);
Terzo Congresso mondiale di fenomenologia sul tema “Logos of Phenomenology and Phenomenology of the Logos”, Oxford, England, 15-21 agosto 2004;
Seminario di studio “I Limiti dell’uomo ed i confini della ragione”, Perugia 25-26 novembre 2004;
Convegno internazionale (Macerata 2-3 dicembre 2004) su “Verità e prospettiva in/a partire da Nietzsche”;
Incontro tematico presso il Centro italiano di Ricerche Fenomenologiche (Roma) su “L’etica di Edmund Husserl” tenuto a Roma il 9 aprile 2005;
Convegno di studi “Filosofare in Cristo” Perugia 17-19 giugno 2005;
Convegno internazionale “Oggetto e spazio. Fenomenologia dell’oggetto, forma e cosa, dal XIV al XVII secolo”, Perugia – Todi (8-10 settembre 2005);
Seminario di studi su “Agostino e il pensiero moderno” tenutosi a Cascia il 7 e l’8 ottobre 2005;
Convegno nazionale su “Etica e forme di vita”, Venezia 27-28 ottobre 2005;
Incontro organizzato dal Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche su “Fenomenologia e Filosofia analitica”, tenutosi a Roma il 21 gennaio 2006;
Convegno “Etica delle relazioni”, tenuto a Perugia il 4 maggio 2006;
Colloquio “Les sources du personnalisme allemand”, Roma 5 maggio 2006;
Convegno su “Problemi attuali della fenomenologia. Mondo della vita e sintesi passiva”, Pisa 17-19 maggio 2006;
Convegno di studi filosofici su “La natura dell’uomo” (Urbino, 13-15 settembre 2006);
Convegno su “La filosofia come dialogo. Agostino nel pensiero contemporaneo” (Orvieto 22-23 settembre 2006);
Seminario di studi su “Husserl e le riduzioni fenomenologiche: genesi storica e significato ontologico” (Macerata, 25 ottobre 2006);
Convegno di Studi “Fede, ragione e scienza: verità e progetti di umanità” (Perugia 15 marzo 2007);
Convegno Nazionale “Etica e forme di vita” II, Venezia 19-21 marzo 2007;
Convegno internazionale “Causality and Motivation”, Roma 13-14 aprile 2007;
Convegno “Relazione e cura”, Perugia 4 maggio 2007;
Convegno di studi su “Laicità, religione e sfera pubblica”, Perugia 30-31 maggio 2007;
XIV Seminario urbinate “Polis e scienza”, Urbino 21-22 settembre 2007;
Convegno “Memoria e senso della vita. Dal mondo antico ad Agostino”, Orvieto 5-6 ottobre 2007;
Convegno internazionale “progetto PRIN 2005-2007”, “Le forme della razionalità: tra realismo e normatività”, Napoli 2-4 aprile 2008;
Convegno “La cura filosofica”, Perugia 9 maggio 2008;

Giornata di studi su “Alessandro Pascoli (1669-1757): un medico cartesiano a Perugia”, Perugia 9-10 maggio 2008;
Convegno internazionale di Fenomenologia “Il percorso intellettuale di Edith Stein”, Bari 16 maggio 2008;
XV Seminario urbinate su “Karl Barth in prospettiva ecumenica (a quaranta anni dalla morte)”, Urbino 19-20 settembre 2008;
Convegno su “Memoria e senso della vita. La prima eredità di Agostino”, Cascia 3-4 ottobre 2008;
“Giornata di studi su e con Marion”, Macerata 30-31 ottobre 2008;
Convegno su “Presenze filosofiche in Umbra tra il Medioevo e l’Età contemporanea”, Perugia 11-12 dicembre 2008;
Convegno “La misericordia tra giustizia e speranza”, Collevalenza 6-8 febbraio 2009;
Convegno “Fenomenologia metafisica scienze. Edith Stein e Hedwig Conrad-Martius, Bari-Terlizzi 29-30 maggio 2009;
Convegno internazionale «Phenomenological Paths in Post-Modernity. A Comparison with the Phenomenology of Life of A.-T. Tymieniecka», ROME, January 13-15, 2011;
Convegno di Etica “Prin 2007”, Noto (Siracusa) 25-26 marzo 2011;
Convegno su “Edmund Husserl - Edith Stein. Fenomenologia, antropologia e religione” (Bari, 26-27 maggio 2011);

 

Elenco dei titoli:

Diploma in Viola conseguito presso il Conservatorio F. Morlacchi di Perugia il 19 luglio 1993;
Laurea in Filosofia presso l’Università degli Studi di Perugia conseguita il 23 febbraio 1994 con il punteggio di 110/110 e lode;
Attestazione di frequenza firmata dal Prof. Schurr dell’Università di Regensburg (Germania) per aver usufruito di una borsa di studi per un corso di perfezionamento all’estero post lauream, presso l’Università tedesca di Regensburg per l’anno accademico 1995/96;
Diploma di lingua tedesca “Deutsch als Fremdsprache”;
Titolare di una borsa di studio come vincitrice del concorso di Dottorato di ricerca di durata triennale, in ‘Filosofia e scienze umane’, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Perugia, per i tre anni accademici 1996-99;
Lavoro di ricerca presso l’Archivio husserliano di Lovanio (Belgio) relativo ai Manoscritti inediti di Husserl;
Titolo di Dottore di ricerca in ‘Filosofia e scienze umane’ conseguito presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Perugia, il 7 Febbraio 2000;
Vincitrice del concorso per un Assegno di collaborazione all’attività di ricerca di durata biennale presso l’insegnamento di Filosofia Teoretica dell’Università degli Studi di Perugia, nel dicembre 2000, con attivazione a partire dal 02.01.2001;
Docente di un corso di esercitazioni seminariali sulle “Meditazioni Cartesiane” di Husserl, per l’insegnamento di Filosofia Morale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Firenze, nell’anno accademico 2000-2001;
Abilitazione all’insegnamento nelle scuole secondarie superiori per la classe A037 (Storia e Filosofia), presso la suola di specializzazione (SSIS) dell’Università degli Studi di Perugia, conseguita il 23 e il 24. 05. 2002, con il punteggio di 80/80;
Diploma di abilitazione all’attività didattica di sostegno conseguito presso la medesima scuola il 14. 05. 2003;
Titolare di un contratto di Tutorato per l’insegnamento di Filosofia Teoretica per il Corso di laurea in Filosofia dell’Università degli Studi di Perugia, negli anni accademici 2002/03 e 2003/04;
Partecipazione al programma di ricerca scientifica di carattere internazionale cofinanziato dal MIUR (bando 2004) di durata di 24 mesi, dal titolo “Trascendentalità e forme di vita. Tra fenomenologia e analisi del linguaggio”, area disciplinare 11- Scienze filosofiche, pedagogiche e psicologiche (Coordinatore nazionale: Prof. C. Vigna, Università degli Studi “Ca’ Foscari”, Venezia; responsabile scientifico per l’unità di ricerca di Perugia: Prof. A. Pieretti, Università degli Studi di Perugia) in qualità di assegnista per la collaborazione ad attività di ricerca;
Titolare di un Assegno di collaborazione all’attività di ricerca presso la cattedra di Filosofia Teoretica della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Perugia, per cinque anni (gennaio 2001/dicembre 2005);
Vincitrice del Concorso per un posto da Ricercatore nell’ambito disciplinare M-FIL/01 (Filosofia Teoretica) tenutosi il 2 e 3 marzo 2006, presso l’Università degli Studi di Perugia;
Docente per l’attività seminariale presso la Cattedra di Filosofia teoretica della Facoltà di Filosofia dell’Università degli Studi di Perugia, nell’Anno Accademico 2005/2006 e 2006/2007;
Docente di un modulo di Storia della Filosofia per l’anno accademico 2007/08;
Docente di Istituzioni di Filosofia (II parte) per l’anno accademico 2008/2009 e per l’anno accademico 2009/2010.

Elenco delle pubblicazioni scientifiche:

Traduzione dal tedesco e Introduzione al testo di E. HUSSERL, La storia della filosofia e la sua finalità, Città Nuova, Roma 2004;
La metafisica in Edmund Husserl, FrancoAngeli, Milano 2007;
L’orizzonte del sentire in Edith Stein, Mimesis, Milano 2011;

1995
“Riflessioni sul cogito husserliano”, in “Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia”, 4. “Studi filosofici”, vol. XXXIII, nuova serie XIX (1995-96), pp.163-175;
2001
“Filosofia e cristianesimo. La conversione religiosa di Edmund Husserl”, in “Aquinas”, Anno XLIV, 2001, fasc. 2-3, pp. 357-368;
Recensione a: A. Ales Bello (a cura), Pensare Dio a Gerusalemme. Filosofia e monoteismi a confronto (Pontificia Università Lateranense-Mursia, Roma 2000), in “Alpha Omega”, Anno IV, n. 2, maggio-agosto 2001, pp. 387-390;
2002
“Il ‘Rinnovamento’ come problema etico-individuale. I ‘Kaizo-Artikel’ di Husserl”, in Mario Longo (a cura), Etica del frammento, Gregoriana Libreria Editrice, Padova 2002, pp. 177-196;
“La metafisica come ricerca di Dio nella fenomenologia di Husserl”, in “Dialegesthai. Rivista telematica di filosofia”, anno 4 (2002), http://mondodomani.org./dialegesthai/ng01.htm;
"La problematica della metafisica nella fenomenologia di Husserl", in “Rivista di Filosofia Neo-scolastica”, Anno XCIV, n.3, luglio-settembre 2002, pp. 425-439;
“Husserl e Leibniz: dalla logica all’entelechia”, in “Aquinas” XLV 3 (2002), pp. 83-98;
2003
”Dalla Vorhandenheit all’eidetico: una riflessione sul superamento fenomenologico dell’atteggiamento naturale, in “Dialegesthai. Rivista telematica di filosofia”, anno 5 (2003), http://mondodomani.org./dialegesthai/ng02.htm;
“A hilética na fenomenologia: a propósito de alguns escritos de Angela Ales Bello”, in “Memorandum”, 4 (2003), pp.48-60, (disponibile on line alla pagina http://www.fafich.ufmg.br/~memorandum/artigos04/ghigi01.htm);
2004
"Creativity in Husserl’s impulsive Intentionality", in “Analecta husserliana’” LXXXIII (2004), pp. 553-564;
“La sapienza riposta nel mito e la vis veri della conoscenza pre-scientifica. Un confronto tra Vico e Husserl”, in “Segni e Comprensione”, Anno XVIII, nuova serie n. 53, settembre-dicembre 2004, pp. 31-42
2005
“The Task of Philosophy and the Signficance of the Vocation of the Philosopher for Human Life in Husserl’s Phenomenological Analysis”, in “Analecta husserliana” LXXXIV (2005), pp. 69-79;
Recensione a: A. Ales Bello, L’universo nella coscienza. Introduzione alla fenomenologia di Edmund Husserl, Edith Stein, Hedwig Conrad-Martius (ETS, Pisa 2003), in “Segni e Comprensione”, Anno XIX, nuova serie n. 55, maggio-agosto 2005, pp. 167-170;
“L’hyletica nella fenomenologia. A proposito di alcuni scritti di Angela Ales Bello”, in P. Manganaro, R. Ferri (a cura), Gesto e parola. Ricerche sulla Rivelazione, Città Nuova, Roma 2005, pp. 405-425;
Recensione a: A. Ales Bello, L. Messinese, A. Molinaro (eds.), Fondamento e fondamentalismi. Filosofia, teologia, religioni (Città Nuova, Roma 2004), in «Aquinas» XLVIII, 1-2 (2005), pp. 393-395;
“La sensibilità a fondamento delle sintesi passive ed attive. Una riflessione sulla fenomenologia genetica di Husserl”, in “Idee” 59-60 (2005), pp. 47-63;
2006
“History as the Unveiling of the Telos. The Husserlian Critique of the Weltanschauungen, in “Analecta husserliana”, XC (2006), pp. 79-90;
Revisione e cura per l’Enciclopedia Filosofica (Bompiani, Milano 2006) delle seguenti voci: abduzione, Jean Améry, Brand Blanshard, Leonard Bloomfield, Hugo Dingler, Joseph Geyser, Harald Höffding, Eugène Ionesco, William Ernest Johnson, Jørgen Jens Frederik Theodor Jørgensen, Joseph Horace William Brindley, Arthur Oncken Lovejoy, Richard Milton Martin, Werner Marx, Sidney Morgenbesser, Otto Neurath, Wilhelm James Ostwald, Roy Wood Sellars, Léopold Simon, Josef Sédar Senghor, Gerhard Stammler, Heymann Heinrich Steinthal, William Temple, Stephen Edelston Toulmin, Alfred North Whitehead, John Oulton Wisdom, David B. Wong, Vasoli, Schaff, Nizan, Lefevbre, Korsch, Analecta husserliana, Augustiniana, Tijdschrift voor de studie van Sint Augustinus en de Augustijnenorde, Canadian journal of Philosophy, Cognitive Science: a multidisciplinary Studies, Heidegger Studien, Husserl Studies, International Journal of Ethics, Logos, Internationale Zeitschrift für Philosophie der Kultur, Neue Hefte für Philosophie, Nietzsche Studien, New Vico Studies, Studia philosophica (Jahrbuch der Schweizerischen Philosophischen Gesellschaft), Irish quarterly review, Studies in soviet thought, Tijdschrift voor Filosofie, Zeitschrift für allgemeine Wissenschaftstheorie;
Recensione a: A. Ales bello, Edmund Husserl. Pensare Dio – Credere in Dio (Messaggero, Padova 2005), in «Aquinas» XLIX 2-3 (2006), pp. 719-723;
Recensione a V. Costa, Esperire e parlare. Interpretazione di Heidegger (Jaca Book, Milano 2006), in «Aquinas» XLIX 1 (2006), pp. 307-311;
Nota su H. Conrad-Martius, Dialoghi metafisici, tr. it. di Anselmo Caputo, Prefazione di A. Ales Bello, Besa, Nardò (Le) 2006, «Segni e comprensione» 59 settembre/dicembre (2006), pp. 96-99;

2007
Recensione a: A. Ales Bello, A.M. Pezzella (edd.), Il femminile tra oriente e occidente. Religioni letteratura storia cultura (Città Nuova, Roma 2005), in “Aquinas” 2007 (L) 1, pp. 299-303;
“La critica husserliana alla nozione di obiettività di Descartes”, in A. Allegra e G. Marchetti (a cura di), Le forme dell’oggetto. Percorsi della rappresentazione nella filosofia moderna, Morlacchi Editore, Perugia 2007, pp. 7-22;
“La vivacità del ricordo e la vivacità del sentire. Un’analisi sulla sfera della “vitalità” in Edith Stein”, in «Segni e comprensione»; XXI, nuova serie, n. 61, Gennaio-Aprile 2007, pp. 5-14;
Recensione a A. Capecci, Il pregiudizio storico. Il problema della storiografia filosofica, Città Nuova, Roma 2005, in “Rivista neo-scolastica”, in “Rivista di filosofia Neo-Scolastica” 2 (2007), pp. 241-245;
Recensione a M.C. Nussbaum, Capacità personale e democrazia, a cura di G. Zanetti, Diabasis, Reggio Emilia 2003, in «Società italiana di Filosofia Politica», rivista on line;

2008
The Real-Constitution in Hedwig Conrad-Martius’ Realontologie, in “Axiomathes. An International Journal in Ontology and Cognitive Systems”, Springer, 10.1007s10516-008-9045-0, http://www.sringerlink.com/content/015510g830thx86/fulltext.html; of “Axiomathes”: “VOLUME 18, ISSUE 4 (2008), PAGE 461;
Recensione a V. Costa, Il cerchio e l’ellisse. Husserl e il darsi delle cose, Rubbettino, Soveria Mannelli 2007, in “Segni e comprensione”, XXII, nuova serie, n. 65 (Maggio-Agosto 2008), pp. 129-133;
Il concetto di riduzione nelle Lezioni sulla Filosofia prima di Edmund Husserl, in “Arkete”, Rivista di studi filosofici, Anno IV, Numero 5, 2008, pp. 45-60;

2009
Sviluppi del trascendentale nella scuola fenomenologia, in C. Vinti, F. Minazzi, M. Negro e A. Carrino (a cura), Le forme della razionalità tra realismo e normatività, Edizioni Mimesis, Milano-Udine 2009, pp. 127-138;
Trascendente-trascendentale e intenzionalità, in A. De Luca (a cura), Verso una psicologia fenomenologia e esistenziale, EDS, Pisa 2009, pp. 29-35;
I gradi della costituzione dell’essere nel percorso filosofico di Edith Stein, in M. Shahid e F. Alfieri (a cura), Il percorso intellettuale di Edith Stein, Laterza, Bari 2009, pp. 47-81;
La rivalutazione dell’universo femminile. Ethos e vocazione della donna in Edith Stein, in “Segni e comprensione”, n. 68 (2009), pp. 52-66 ; on line: http://siba2.unile.it/segnicompr;
Recensione a A. Ales bello, The Divine in Husserl and Other Explorations (“Analecta Husserliana”, vol. XCVIII,  Springer, Dordrecht 2009), in “Segni e comprensione”, n. 68 (2009), pp. 175-180; on line: http://siba2.unile.it/segnicompr;
I livelli della costituzione del reale nella Realontologie di Hedwig Conrad-Martius, in “Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia”. Volume XLI, nuova serie XXVII, 2005-2007, pp. 207-223;

2010
Phenomenology and Ontology in Nicolai Hartmann and Roman Ingarden, in R. Poli J. Seibt (eds),."Theory and Applications of Ontology”, Springer, Dordrecht.2010, pp. 329-347;
Teleologie, in Husserl-Lexikon, Hrsg. H-H. Gander, WBG, Darmstadt 2010, pp. 280-282;
Fenomenologia e metafisica in Hedwig Conrad-Martius, in A. Ales Bello, F. Alfieri, M. Shahid (a cura), Edith Stein, Hedwig Conrad-Martius. Fenomenologia metafisica e scienze, Laterza, Bari 2010, pp. 119-142;
La rinascita della fenomenologia in Italia. Angela Ales e il Centro italiano di ricerche fenomenologiche, in “Segni e comprensione” XXIX; n. 70, Gennaio-Aprile 2010, pp. 107-124;

2011
La fenomenologia della vita in Edith Stein A. Ales Bello – F. Alfieri – M. Shahid (eds.), Edith Stein – Hedwig Conrad-Martius - Gerda Walther, Laterza, Bari 2011, pp. 479-504;

IN CORSO DI STAMPA
Review to A. Ales bello, The Divine in Husserl and Other Explorations (“Analecta Husserliana”, vol. XCVIII,  Springer, Dordrecht 2009), in „Phenomenological Inquiry“, in corso di stampa;
Il concetto naturale di mondo in Husserl, in corso di stampa;
, in corso di stampa;
Intenzionalità e spontaneità della creatività vitale nella fenomenologia di Anna-Teresa Tymieniecka, in corso di stampa;
Trascendenza/immanenza. Un confronto tra Edmund Husserl e Edith Stein, in corso di stampa;